Utente 342XXX
salve, in un precedente consulto avevo parlato di un nodulo di circa 5 mm, senza caratteristiche sospette, a causa della mia età (39 anni) però mi venne consigliato di eseguire un ago aspirato di conferma della benignità che riportò come risultato C1 (materiale fibroadiposo, emazie, no tessuto epiteliale, prelievo insufficiente). La dottoressa che aveva eseguito il prelievo mi disse di stare tranquilla perchè era lei certa di essere entrata dentro la lesione ma che la diagnosi non era stata fatta probabilemnte per la presenza di emazie e che non dovevo ripeterlo.
due mesi dopo ho effettuato la mammografia di routine che ha trovato il nodulo pressochè invariato e confrontando con quella dell'anno prima sembrava anche che fosse "tenuemente visibile" dall'anno prima.
per il resto le mammelle sono normali.
senologo e radiologo con tutti gli esami alla mano hanno concluso che si tratta al 99,9% di un fibroadenoma e che devo fare un controllo fra tre mesi. il problema è che il mio ginecologo, per problemi di anemia legati al ciclo mestruale, mi ha prescritto la pillola.
sono in dubbio se possa essere rischioso prenderla anche solo per tre mesi fino alla prossima eco visto quello 0,01 % che non si tratti di un fibroadenoma .
in famiglia mia nonna paterna ha avuto il cancro al seno all'età di 93 anni e mia cugina materna l'ha avuto all'età di 57 anni, il mio primo ciclo è stato all'eta di 13 anni, ho avuto due gravidanze a 34 e 36 anni, ho allattato per 30 mesi complessivi ed ho assunto la pillola per circa 12 anni ( dai 21 ai 33 anni), non fumo, non bevo alcool.
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'ideale sarebbe avere una diagnosi di certezza prima di iniziare con la pillola.

Ma se il problema dell'anemia fosse prioritario sulla base di quanto ha qui riportato (Fibroadenoma al 99,9%) chiaramente inizierei la terapia senza problemi sino alla rivalutazione ecografica già programmata.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 342XXX

Grazie Dottore,
il suo è sempre un aiuto prezioso.
Una domanda, assumere una pillola a base di solo progestinico quindi priva di estrogeni ridurrebbe il rischio ?
E poi, la mia situazione si può definire di familiarità oppure casi sporadici?
Grazie, saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Il rischio con gli ormoni c'è anche se molto modesto e quindi non tale da essere preoccupati.

I rischi si riducono anche del 50 % con le note raccomandazioni di

PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com