Utente 273XXX
Gentili Dottori,

da una ecografia mammaria a cui si è sottoposta per la prima volta nella vita mia moglie (età 31 anni, attualmente in gravidanza secondo mese) effettuata circa due settimane fa è emerso al seno sinistro un nodulo solido con caratteri ecografici di benignità di misura 8 mm x 4 mm x 5 mm.; nessuna linfoadenomegalia ascellare. Durante la visita obiettiva il nodulo è risultato non palpabile e il senologo ha ritenuto, considerata la gravidanza, di approfondire con agoaspirato. In data odierna (quindi due settimane dopo) non è stato possibile effettuare l'agoaspirato sotto guida ecografica poiché, dall'indagine ecografica, il nodulo sembrerebbe non emergere più. Mi chiedo se sia possibile e quindi cosa potesse aver rilevato la prima ecografia. In un caso del genere come dovrebbe proseguire l'iter diagnostico?
Grazie per la cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'ecografia è una indagine strumentale operatore-dipendente.

Come faccio a risponderle su quale dei due operatori si può fare più affidamento ?

Paradossalmente l'unico modo per prendere una decisione sarebbe di affidare la decisione definitiva ad un terzo operatore (^____^)

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com