Utente 279XXX
Salve,
sono un ragazzo di 22 anni (a maggio 23) e dal 2012 ho scoperto di essere affetto da sclerosi multipla.. Ho fatto una cura per quasi due anni di Copaxone fino ad agosto 2014. Ad Ottobre dello stesso anno il neurologo ha deciso di farmi passare alle pillole così da evitare punture ogni giorno.. Quindi ho iniziato una cura con il nuovo farmaco della Novartis ovvero il Gylenia in capsule rigide da 0,5 mg.. Tutto liscio, a parte un normale aumento di transaminasi e una diminuzione dei globuli bianchi, fino a gennaio di quest'anno.. Infatti durante la doccia, strofinando con la mano, ho sentito una sensazione di ipersensibilità, quasi di solletico, e soprattutto di prurito al capezzolo sinistro.. da premettere che sono molto ansioso e ipocondriaco, ma inizialmente non ho fatto caso più di tanto al disturbo, sperando che mi scomparisse nel tempo da solo.. Passano i giorni e le settimane, ma il disturbo rimane costante, allorchè prenoto una visita con un chirurgo e successivamente con due medici generici.. Sempre la stessa cosa: alla palpazione non si riscontra nessun nodulo o qualsiasi altra cosa preoccupante.. La forma dei due capezzoli a detti dei medici era identica e anche io guardandomi allo specchio lo constatavo.. Diagnosi del medico: una semplice dermatite da curare con Polaramin crema 2 o 3 volte al giorno.. così ho fatto, all'inizio il senso di fastidio dato dallo sfregamento della maglietta con il capezzolo e il successivo prurito sembrava essere diminiuto ma dopo una settimana o due il disturbo è tornato, tutt'oggi, un mese dall'inizio del trattamento. Adesso guardandomi allo specchio, e confermato anche dalla mia ragazza, l'areola del capezzolo interessato sembra essere più grande rispetto a prima e rispetto all'altra. In più ho notato, mai prima d'ora, una minuscola striscia di colore grigio scuro tra capezzolo e areola, quasi a sembrare una piccola crosticina... Guardando sul foglio illustrativo del farmaco Gylenia ho trovato come effetto indesiderato eczema. Potrebbe essere un effetto collaterale al farmaco? oppure qualcosa di peggiore come la malattia di Paget del capezzolo che sembra avere molti disturbi in comune col mio? scusate il mio dilungarmi, ma desidero ricevere un parere da qualcuno veramente competente! Vi ringrazio anticipatamente di una vostra risposta, saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'entra nulla il Paget (caso da pubblicare in tutto il mondo in un maschio e alla sua età !) con quanto descrive.

Se c'è un eczema diagnosticato dal curante senta un parere del dermatologo.

Stacchi da Internet IMMEDIATAMENTE (^___^), compresa la sua ragazza, che incrementa il suo già precario livello di ansia.

Legga perché in un consulto (anche se richiesto per ragioni differenti)


https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/273602-per_il_dott_catania.html

Tanti saluti
Salvo Catania


Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 279XXX

Gent.mo dott. Catania, La ringrazio per la sua risposta.
Ha ragione molto spesso l'ansia gioca un brutto scherzo!!
A volte preferirei che mi venisse detto di avere un qualcosa di tangibile, ma non in questo caso in cui il suo
<Non c'entra nulla il Paget (caso da pubblicare in tutto il mondo in un maschio e alla sua età !) con quanto descrive.>
mi ha rassicurato e non poco!!!
Parlerò con il mio medico curante e successivamente con un dermatologo..
La ringrazio ancora, saluti!

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Bene (^___^)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com