Utente 376XXX
Salve, ho 20 anni e da qualche mese avverto un prurito al seno destro, non costante ma ricorrente e non legato in apparenza al ciclo mestruale. Mentre all' inzio, nonostante il fastidio soprattutto di sera la cosa non mi preoccupava più di tanto nelle ultime settimane mi sono molto spaventata leggendo su internet di come il prurito al seno possa essere associato a tumori. In particolare il prurito riguarda la zona intorno al capezzolo che appariva con delle "striature" e con la pelle molto secca e raggrinziata, ho iniziato dunque ad applicare una crema idratante che appena messa aumentava il bruciore e non sembrava fare effetto, ho iniziato dunque molto preoccupata ad eseguire l' autopalpazione anche più volte al giorno, ad applicare varie creme senza alcun risultato anzi ora il seno quando non prude brucia e mi prendono come delle fitte interne, come se fosse infiammato. è possibile che questa complicanza del problema sia dovuto al mio eccessivo palpare, applicare creme e cose varie? Premetto che alla vista la pelle secca e le "striaure" che appaiono come delle protuberanze al tatto sono presenti anche sul seno sinistro, ma senza che questo mi dia ne prurito ne bruciore. Inoltre credo di avere la zona intorno al capezzolo molto sensibile infatti questa è solitamente liscia e rilassata ma poi al solo pensiero di dover applicare una crema o di dover toccare la zona questa si raggrinzisce tutta e appaiono come delle protuberanze ( questo accade su entrambi i seni ). Preciso inoltre che la sensazione di bruciore e dolore interno è iniziato il mattino seguente una sera in cui ho tastato con una certa forza la zona intorno al capezzolo cercando di capire cosa sporgesse dalla pelle. Ho solo vent'anni e sono molto preoccupata ma ho paura dei medici sono molto ipocondriaca e e in più somatizzo ogni cosa. Sono molto stressata in questo periodo e ho iniziato ad avere anche problemi al colon. Spero che mi possiate dare un consiglio, e magari tranquillizzare grazie mille

Aggiungo che il dolore tende ad irradiarsi alla schiena e al braccio anche perché io essendo molto tesa per il fastidio al seno rimango sempre in una posizione che mi fa come avere come la scapola contratta,e che mi dona piacere non appena quest' ultima viene rilassata.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Consigli pratici

1) Staccare da Internet per la ricerca di bufale sulla salute (^___^)
2) Non usare più alcun tipo di crema, non autopalpare più il seno ma richiedere una visita dermatologica
3) Assoluta tranquillità sul disturbo dolore.

Legga
Dolori al seno
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com