Utente cancellato
Buongiorno,

Da due settimane avverto un senso di fastidio e leggero indolenzimento sotto l'ascella sx. E' come se sentissi "qualcosa" sotto l'ascella, come se avessi il lembo di una maglietta tra il braccio e l'ascella, per intenderci. Ma se vado a toccare l'ascella sx e la confronto con quella dx, non noto differenze degne di nota. Solo ogni tanto la sento leggermente più pronunciata rispetto all'altra, ma devo ammettere che questo leggero gonfiore lo noto solo in determinate posizioni.

A ciò si associa una pallina, che non so se definire cisti o nodulo, nella parte superiore del seno (per superiore intendo non proprio sul seno, ma tra esso e la clavicola).

Non ho mai fatto un'ecografia mammaria e penso di doverla effettuare a breve, ma nel frattempo sarei felice di conoscere le vostre opinioni, dal momento che questa sensazione fastidiosa sotto l'ascella mi impensierisce parecchio.

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Impossibile senza una visita apportare il contributo che si aspetta.

Queste sensazioni di "palline" descritte come fa Lei nella maggioranza dei casi corrispondono alla normale conformazione ghiandolare con aspetto nodulare.

E sui "fastidi" nulla di preoccupante

Legga

Dolori al seno
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
379243

dal 2015
Gent.mo Dott. Catania,

La ringrazio di cuore per la sua risposta. Ho avuto modo di effettuare oggi la prima visita senologica con ecografia mammaria. Dal referto, che le riporto, non si evince nulla di preoccupante:

-Assenza lesioni occupanti spazio di tipo solido o liquido ecograficamente evidenziabili;
-Linfonodi reattivi in sede ascellare bilaterale;
-Alla palpazione cute e capezzoli integri.

L'unico dubbio che ho è in merito ai linfonodi reattivi, che il senologo ha detto essere nulla di preoccupante.
Mi occorre solo tranquillizzarmi o effettuare una qualche cura?

La ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non deve fare assoluamente nulla e tanto meno preoccuparsi.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
379243

dal 2015
Grazie mille Dottore!