Utente 778XXX
HO 35 SESSO MASCHILE,MI HANNO RISCONTRATO UNA GINECOMASTIA ESSENZIALE DA ECOGRAFIA FATTA AL TAL PUNTO IL MEDICO HA ESEGUITO UN PRELIEVO DI AGOASPIRATO ED IL REFERTO E' IL SEGUNTE:
-METODO:
N°2 Strisci convenzionali e n° 1 ThinPrep da centrifugato di lavaggio della siringa.
Si eseguano 3 vetrini di colorazione Papanicolau.
-DESCRIZIONE MORFOLOGICA:
Elementi duttali in lamine monostratificate ed aggregati tubolari,sullo sfondo di alcuni nuclei nudi, frammenti stroamalifibrisi e frustoli fibroadiposi.
-DIAGNOSI:
Reperto citologico negativo per cellule maligno esuggestivo per ginecomastia di tipo florido.

Volevo sapere se l'intervento e' inevitabile visto che continua a crescere la parte ed il medico mi ha consigliato di toglierla.

Inoltre sara' effettuato un esame istologico alla parte tolta; ma e' una prassi oppure ci puo' essere da preoccuparsi? L'esame dell'ago aspirato non era sufficiente per avere una risposta certa che sia Benigno?

Grazie per la cortese attenzione.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Intanto stia tranquillo perchè nel sesso maschile i tumori della mammella sono rari e ancora di più lo sono alla sua sua età.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-la-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-e-patologia-mammaria.html

Pertanto la diagnosi di ginecomastìa è da considerare verosimile,
anche se l'esame citologico presenta dei limiti e non può considerarsi sufficiente se ci sono indicazioni clinico-strumentali ad un accertamento istologico.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/70-agobiopsia-della-mammella.html

Cordiali saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com