Utente 246XXX
Gentile Medico,
sono una ragazza di 26 anni con dichiarato ovaio micropolicistico, per "curare" il quale da 8-9 anni ho assunto 4 differenti pillole (che non assorbivo correttamente, ma quest'anno ho effettuato una gastroscopia con biopsia e non son state rilevate patologie), e negli ultimi anni il cerotto Evra. Essendo un'atleta professionista (non pratico agonismo da circa 1 anno per vari disturbi ricondotti ad una sindrome da overtraining), ho avuto spesso concentrazioni di prolattina alte nel sangue. Ho deciso di sospendere l'assunzione ormonale lo scorso anno a causa di ingrossamenti di cisti al seno, e cicli estremamente abbondanti e lunghi che mi hanno ridotto drasticamente i valori del ferro: dopo circa un mese e mezzo ho cominciato a riempirmi di acne in viso, mai visto niente del genere neanche in pubertà. Dopo 6mesi la presenza di cisti ovariche durante un'ecografia mi ha spinta a ricominciare col cerotto, che a mio avviso tuttavia ormai mi dava sintomi come depressione e sbalzi umorali palesemente correlati. Ho effettuato una nuova pausa dal cerotto due mesi fa (quello che aspetto è il secondo ciclo); nel frattempo l'endocrinologo mi ha fatto fare i dosaggi ormonali, che in fase follicolare andavano bene eccetto uno: 17-OH PROGESTERONE di valore 1.7 su riferimento in fase follicolare da 0.2 a 1.3
Vengo al punto: ho sempre sofferto di amenorrea e cicli estremamente variabili (30-32-35 giorni); in settembre, senza uso del cerotto, ho avuto il primo giorno del ciclo il 22, e il mio ultimo risulta in agosto il 23 (30 giorni esatti). Attualmente ancora non mi è ritornato, ed è un periodo di forte stress che mi crea tensione ed ansia quindi immagino anche problemi ormonali. Il fatto è che a partire dal 16 del mese, ho notato i capezzoli più sensibili, e spesso turgidi, dolenti soprattutto al tatto. Generalmente non soffro di gonfiore/dolore in tale area in fase premestruale, casomai più ai seni, ma questi sono morbidi e non presentano apparentemente altre anomalie. I sintomi che le descrivo (turgore e dolore) sembrano regrediti un po' negli ultimi 2 giorni, ma non del tutto; inoltre anche se non riguarda la sua specialità, ho perdite estremamente varie (negli ultimi giorni liquide o non presenti, prima ancora dense, tanto che pensavo di avere già ovulato). Ho fatto un'eco mammaria qualche settimana fa ed era tutto nella norma a parte i soliti fibroadenomi che crescevano rapidamente ma nell'ultimo anno forse grazie anche alle frequenti sospensioni da cerotto, sembrano essersi stabilizzati. Per quanto riguarda i rapporti sessuali, ho avuto un solo rapporto non protetto con penetrazione, penso in fase fertile, il 6 del mese, ma senza eiaculazione interna né lo definirei coito interrotto (avvenuto per masturbazione) e pertanto mi sembrerebbe strano ricondurre il dolore a "sintomi di gravidanza", inoltre penso sia ancora presto per fare un test.Lei che cosa ne pensa?Può trattarsi del progesterone?se sì,in quanto dovrebbe passarmi?un consiglio

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non è facile soddisfare le sue aspettative con i dati che allega. Ma sono comunque sufficienti per ascrivere gran parte di quanto descrive ad una causa funzionale (=ormonale).

Praticando attività agonistica abbia più cura dei capezzoli .Sa bene che i maratoneti (io ero un ultramaratoneta) per evitare sfregamenti dei capezzoli con la magliette usano una crema sui capezzoli prima della gara o allenamenti di lunga durata. Sufficiente un gel o vasellina o tulle grasso...

Tanti saluti
Salvo Catania

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 246XXX

La ringrazio dottore ma, come specificato, non pratico agonismo da circa un anno, ma moderata att.fisica. Grazie per i consigli, non saprei che altri dati fornirle al momento. Buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com