Utente 150XXX
Gentili dottori,
Avevo pubblicato già una domanda tempo fa ma non ho ricevuto risposta.
Circa un mese fa ho iniziato ad accusare leggero dolore al seno sinistro (io soffro di ipotiroidismo e prendo eutirox da un po' di anni).
Il dolore sembra provenga a volte dall'esterno a volte dal capezzolo stesso: ho notato che prima del ciclo ha avuto un apice, avendo male anche all'altro seno e finito il ciclo, non ho più avuto problemi, dolore sparito.
Ora che sono al 13esimo gg (non so se sia una coincidenza con l'ovulazione), il male al seno sinistro è tornato ed io che sono una persona ansiosa, sto andando un po' in paranoia.
Spero possiate rispondermi..
Grazie mille in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Massimo Pisano

24% attività
12% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2015
Spettabile utente,il dolore mammario(mastodinia) è molto frequente nella donna di ogni età,soprattutto in età fertile.Non è una coincidenza l'insorgere del dolore durante il ciclo,per esempio nella fase ovulatoria o premestruale.Comunque è buona cosa sottoporsi a visita senologica possibilmente subito dopo le mestruazioni,quando le mammelle hanno superato la fase del turgore ed indolenzimento.
Cordiali saluti.
Dr. Massimo Pisano senologia chirurgica

[#2] dopo  
Utente 150XXX

Gentile dottore,
La ringrazio per la risposta.
Io ho spesso avuto indolenzimento al seno prima del ciclo ma ciò che mi preoccupa ora è il fatto di averlo solo ad un seno (potrebbe essere normale?) e sopratutto più che indolenzimento É un leggero dolore che a volte si irradia anche oltre, per intenderci se piego il braccio verso il petto, avverto fastidio al seno.
La ringrazio tantissimo per una sua eventuale risposta

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Gentile dottor Catania.
Mi scusi il ritardo. Le rispondo ora perché mi é vento un dubbio collegato un po' ai sintomi odierni: già un mese e mezzo fa lamentavo questo fastidio strano al seno o giù di lì.
Ad oggi la situazione si è evoluta, dopo emocromo con formula leucocitaria effettuato un mese fa coretto e un valore ebna alterato per il virus di mononucleosi (l'altro valore negativo, quindi si sospettava l'avessi già passata e fossi in fase convalescenza), mi sono recata da un otorino poiché avevo anche mal di gola pronunciato e linfonodi infiammati. Mi ha detto che secondo lui vi era uno trascico di mononucleosi (linfonodi mobili e un po' dolenti), inoltre nella stessa settimana ho fatto un'eco che mi ha rilevato presenza di molti linfonodi reattivi, ecografista anche lui ha parlato di trascico dì mononucleosi. 1)ma come é possibile se ero in convalescenza? E se magari l'ho avuta tanto tempo fa?
2)possibile che questi linfonodi reattivi si trovino vicino anche al seno e siano causa di dolore?mi rivolgo a lei dato che è un senologo
3)la scorsa settimana dopo due pareri sui linfonodi e dopo avermeli palpati due medici, appunto la diagnosi era quella. Ma ieri dopo essermi palpata io i linfonodi, li ho trovati più duri e non mi parevano mobili (ora io non mi voglio sostitute ad un medico, ci mancherebbe), ma mi sono spaventata e non poco. Come é possibile che a distanza di una settimana i linfonodi siano diventati così? Davvero mi sembrano duri e non mobili.
Ho letto un sacco di cose su internet e sono in panne.


In attesa di una sua gentilissima risposta le auguro un buon lavoro

Grazie ancora

[#5] dopo  
Utente 150XXX

Gentile dottore,
Mi scusi ma proprio prima mentre stavo camminando ho anche avvertito fastidio al fianco-zona inguine (premetto che aspetto anche il ciclo), per scrupolo ho tastato e mi sembra di aver sentito una ghiandola infiammata anche all'inguine.
Mi sono spaventata ulteriormente.

Chiedo davvero un aiuto perchè questi dubbi mi stanno logorando


Grazie mille

[#6] dopo  
Utente 150XXX

Gentile dottor Catania,
Mi scusi se la disturbo ancora ma sono molto preoccupata.
Il dolore dopo esser andato via ora si ripresentato poco sotto l'ascella, al lato del seno.
Se premo nin capisco bene se c'é un rigonfiamento perché sembra una cosa piuttosto compatta o forse proprio l'osso che duole?
Il dolore si arradia anche alla spalla e talvolta anche al braccio.
Cosa potrebbe essere?
Fiduciosa di una sua risposta la ringrazio