Utente 447XXX
Buongiorno,
Eseguo la mammografia annuale di controllo da più di 10 anni ed è sempre stata negativa. Questo mese, durante il controllo annuale mammografico di routine, la specialista ha posto maggior attenzione ad un'area che rimandava una immagine che lei ha ritenuto di indagare ulteriormente con una ecografia. Preciso che questa piccola area è presente, identica e invariata per aspetto e dimensioni dal 2015 ma solo quest'anno la radiologa ha deciso di approfondire, in passato, su mia richiesta, ha sempre risposto che non era nulla. Quindi dopo aver eseguito una mammografia come sempre fatto, ha eseguito ulteriori 2 scatti mirati e una ecografia. Di seguito il referto:

Visita senologica negativa.
Familiarità neoplastica mammaria negativa.
Precedente controllo mammografico 3.04.16.

Ghiandole mammarie a struttura fibroadiposa nel cui contesto non si apprezzano immagini riferibili a processi eteroformativi con caratteri di malignità ne' microcalcificazioni significative.
A SIN in sede parareolare supero esterna appare meglio apprezzabile piccolo addensamento a contorni polilobati .
Lungo il prolungamento ascellare DX immagini nodulari riferibili a linfonodi aspecifici. Il reperto iconografico nel suo complesso non presenta sostanziali modificazioni rispetto al precedente esame.
L'esame è stato integrato con controllo ecografico mirato in parareolare super esterna SIN che ha evidenziato formazione ipoecogena di mm 7 con microcisti nel suo contesto come da piccola area di mastopatia riferibile al reperto mammografico. In rapporto ai dati anamnestici della paziente e al referto iconografico, opportuno prossimo controllo strumentale mammografico fra 12 mesi intercalato da un prudenziale controllo mammografico mirato fra 6-8 mesi.
Mi domando: se come mi ha confermato verbalmente il medico, non ho nulla e non devo preoccuparmi di nulla, perchè mi richiama a un controllo a 6-8 mesi? Alla mia richiesta se necessario agoaspirato o visita dal chirurgo oncologo senologo mi è stato risposto che non ho nulla da indagare e sicuramente nulla da asportare. Sono confusa e molto spaventata, vorrei conoscere il vostro parere.
Grazie in anticipo per la risposta che vorrete fornirmi

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Impossibile darle un consiglio adeguato a distanza senza la possibilità di consultare direttamente tutta la documentazione strumentale.
Ma non posso che darle ragione :
a) non ci sono dubbi sulla stazionarietà del quadro ? E allora non si fa nulla.
b) ci sono dubbi ? E allora si esegue subito una agobiopsia ecoguidata e non ci si pensa più

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com