Utente 458XXX
Gent.mi,
mia moglie da circa 1 mese presenta al seno dx un relativo indurimento dolorante. Dopo regolare ciclo mestruale sia il dolore che l'indurimento risultano ancora presenti.
Effettuata un'ecografica mammaria si evidenziano "...segni di displasia fibroadenosica bilaterale più accentuata a dx e nel QSE ove si repertano multipli spots iperecogeni. Sempre nel QSE in prossimità della regione areolare si evidenzia sfumata ed aspecifica focalità ipoecogena di 6 mm di diametro (non dolente e contenente tre spots iperecogeni). Nel prolungamento ascellare dx a carico dei piani profondi si evidenzia una sfumata e dolente area focale di 20 mm di estensione con innumerevoli spots iperecogeni in un contesto ipoecogeno accennatamente vascolarizzato. L'elastografia qualitativa evidenzia uno score prelevamente rigido. Nulla da segnalare a carico delle regioni ascellari."
Il referto della mammografia invece presenta " ...seni a struttura fibro-adeno-nodulare con diffuse microcalcificazioni sparse al QSE dx meritevoli di controllo bioptico".

Alla luce di quanto detto sopra faccio presente che è negativa la familiarità oncologica, abbiamo un bambino di 4 anni avuto con PMA, nato con parto cesareo e allattato al seno per 4 mesi.

Ovviamente siamo molto preoccupati e vorremmo avere un'indicazione cosa aspettarci da questo quadro (consulto sulla diagnosi,intervento chirurgico,verifica istologica,biopsia linfonodo di sentinella...) anche perché essendo ormai nel mese di agosto non vorrei che l'attesa per intraprendere azioni sul da farsi possa essere controproducente.
E ancora, visto che non vorremmo far saltare le vacanze al mare a nostro figlio di 4 anni chiedevo se era necessario avere cautela su eventuale esposizione ai raggi solari?

Vi Ringraziando anticipatamente
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Normale cautela per l'esposizione ai raggi solari.

Non ho pero' ben compreso : e' stato richiesto esame bioptico chirurgico o tramite il MAMMOTOME ?
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 458XXX

Gent.mo Dott. Catania,
la ringrazio per la risposta e prontamente Le rispondo.
Non ci hanno parlato di Mammotome mentre ci consigliano, viste le diverse microcalcificazioni e relativa placca calcificata, di fare una dovuta biopsia con la consapelovezza nonostante l'esito (negativo o positivo che sia) di dover con certezza operare chirurgicamente.
Ci chiediamo e le chiedo cortesemente:
1) se l'operazione possa essere una cosa risolutiva, definitiva e solitamente quale terapia ci aspetterebbe dopo (radio e/o altro);
2) se si ha necessità di fare tutto in breve tempo (visto il mese di Agosto) o si può attendere anche nei mesi di Settembre/Ottobre;
3) quanto possano aver influito le cure per la PMA.

In attesa di un suo consulto la ringrazio anticipatamente.