Utente 199XXX
Buongiorno,
da qualche giorno, di notte, ho un dolore al seno destro. Praticamente il dolore è molto forte se il seno viene compresso dal braccio (quindi quando sono supina o se dormo sul lato destro appunto) e quando poi quest'ultimo viene spostato e mosso. Il dolore potrei descriverlo come una pallina di fuoco che si irradia nel seno. Durante il resto della giornata ho come la sensazione di un fastidio attorno al capezzolo (che mi pare più duro rispetto all'altro) e, a volte, sento nel seno tipo un aghetto che punge, o dei fastidi, ma nulla di doloroso. Sono molto preoccupata anche perchè ho prenotato una ecografia, ma purtroppo il Dottore da cui vado non riesce a vedermi fino a lunedì prossimo. Chiedo cortesemente un vostro parere. Mi scuso per il disturbo. Saluti

[#1] dopo  
Dr. Massimo Pisano

24% attività
4% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Gentile utente,il disturbo da lei segnalato non mi sembra debba creare preoccupazione.Le chiedo se ha mai effettuato una mammografia in passato,perchè in considerazione dell'età sarebbe utile una mammografia di prevenzione nonchè una visita senologica.Anzichè ecografia,prenoti una mammografia e poi mi faccia sapere.A sua disposizione.
Cordiali saluti.
Dr. Massimo Pisano senologia chirurgica

[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive non c'e' nulla di sospetto in senso oncologico (problemi rachide cervicale ?)
Ovviamente l'approfondimento ecografico di conferma e' necessario e altrettanto ovviamente in considerazione della mastalgia severa si fara' consigliare dall'ecografista sulla tempistica della mammografia, che in questo momento ("strizzamento dei seni") potrebbe incrementare il dolore.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#3] dopo  
Utente 199XXX

Buonasera gentilissimi Dottori,
Alla fine l ecografista mi ha anticipato l'ecografia e ha detto che a livello ghiandolare è tutto ok e che, secondo lui, il dolore può essere provocato da uno sforzo o dalla tosse che ho avuto. Il dolore è ancora presente e mi fa male il capezzolo. Il dolore quando viene è sempre bello forte. Secondo voi la teoria dello sforzo o della tosse può essere plausibile? Posso cortesemente chiedere come mai mi consigliate una mammografia? Cosa pensate possa essere? Mi scuso ancora per le troppe domande, ma purtroppo sono molto ignorante in materia e non so la differenza tra ecografia e mammografia. Grazie! Buona serata!

[#4] dopo  
Dr. Massimo Pisano

24% attività
4% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Gentile utente,alla luce dell'esame ecografico che esclude patologie di interesse prettamente mammario,la mammografia può essere procrastinata quando il dolore mammario sarà considerevolmente diminuito.Ovviamente le ripeto che soltanto a scopo preventivo dovrà effettuare una mammografia quando sarà il momento in ragione dell'età.Lei comunque dovrà escludere un problema misconosciuto del rachide cervicale(come giustamente suggeriva il collega Catania).Il dolore del capezzolo è localizzato,quindi è un dolore primitivo della mammella senza una causa precisa.Importante che il capezzolo non presenti desquamazioni e arrossamenti.Per quanto concerne la relazione con lo sforzo della tosse mi sembra un pò eccessivo.Ribadisco che si possono avere due problematiche concomitanti,un dolore proprio della mammella dovuto allo stimolo ormonale(il dolore della mammella è il motivo più frequente di visita senologica)inoltre una patologia di interesse ortopedico.Comunque si sottoponga ad una visita senologica perchè è l'unica cosa che non ha fatto ancora ed il senologo la consiglierà e la seguirà nel tempo.
Cordiali saluti.
Dr. Massimo Pisano senologia chirurgica

[#5] dopo  
Utente 199XXX

Buongiorno,
Grazie ancora. Io, non so se c entra, ma ho una protuberanza, una piccola ernia al collo, ma da tanti anni. Inoltre ho anche una piccola calcificazione al braccio.Se il capezzolo fosse rosso o desquamato cosa potrebbe essere? Mentre quello sinistro è come se fosse "sigillato" quello destro è un po' tipo quando si allatta, cioè che si nota la x un po' rosastra. Spero non sia nulla. Mi scusi, cosa vuol dire dolore primitivo della mammella? Ci potrebbe essere qualcosa che l ecografia non vede?Ringrazio tantissimo per la risposta, davvero gentile.
Saluti

[#6] dopo  
Utente 199XXX

Buongiorno,
Scusate, ecografista mi ha detto che a livello ghiandolare tutto ok e che permane la ciste di 6-7 mm sempre al seno destro e qs non è molto lontana dall'aureola. Stavo pensando se, secondo voi, questa potrebbe provocare il dolore. Grazie ancora! Saluti

[#7] dopo  
Dr. Massimo Pisano

24% attività
4% attualità
12% socialità
CATANZARO (CZ)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Gentile utente,deve stare tranquilla per il referto dell'esame ecografico.La cisti di 6 mm non è la causa del suo dolore mammario.Per dolore primitivo della mammella s'intende un dolore che proviene dalla ghiandola mammaria che come le ho già detto è molto frequente nelle donne .Le chiedevo se ci fosse un arrossamento e/o desquamazione del capezzolo per escludere l'eczema,che è una problematica dermatologica.Ma se lei non lo ha segnalato il problema non esiste.In ogni caso ripeto che una visita senologica la rassicurerà e faccia presente la sua ernia cervicale(ha fatto in passato risonanza magnetica della colonna cervicale?).Rimango a sua disposizione.
Cordiali saluti.
Dr. Massimo Pisano senologia chirurgica

[#8] dopo  
Utente 199XXX

Buongiorno,
La ringrazio tanto per le sue risposte. Si, nel 2013 ho fatto una risonanza cervicale che mi segnalava in C4-C5 una discopatia protrusiva mediana che determina una riduzione degli spazi liquorali anteriori entrando in contatto, pur senza provocarne una significativa deformazione, con il profilo anteriore midollare. In C5-C6 sfumata sporgenza discale mediana destra. Questo è quanto evidenziava la risonanza.
A giugno 2017 ho fatto ecografia alla spalla destra da cui risultava flogosi parenchimale del sovraspinato complicata dalla presenza di una calcificazione intraparenchimale di 5mm in sede peri inserzionale.Lieve irregolarità del profilo corticale delal testa omerale da riferire a encoche in ABER position. Sottile distensione liquido plogistica bursale SAD.
Ecografia mammaria di 10 giorni fa denota a destra, al passaggio tra i quadranti inferiori, noto nodulo ipoecogeno di 6-7mm con le caratteristiche del fibroadenoma.
Ho scritto quanto riportavano i vari referti in modo che si possa capire meglio quello che io avevo scritto a parole mie.
Ad oggi ho sempre il fastidio in zona capezzolo, ma noto come se ci fosse una costola, alla sinistra del capezzolo del seno destro, gonfia, quindi il dolore è sempre zona capezzolo e parte sinistra del seno dove c'è appunto questa costola. Questa cosa mi preoccupa. E' normale avere una costola gonfia e, soprattutto, dolorante solo dove c'è il seno e non in altri punti.
Mi scusoa ancora e spero di essermi spiegata abbastanza bene.
Saluti e buon lavoro.