Utente 483XXX
Gentili dottori
da vari anni eseguo delle ecografie al seno, per controllare un fibroadenoma e varie cisti ,che nel tempo si mantengono abbastanza invariate.
Nell' ultima eseguita 15 giorni fa, il dottore ha notato" un' immagine allungata ,margini netti,cordoni forme, ipoecogena,non comprimibile e a decorso lievemente sinuoso,con diam max che varia da 4-6 mm, al color doppler si apprezzano spot vascolari interni diffusi....ipotesi di trombosi venosa, anche in considerazione del quadro clinico" ( ho una sclerosi sistemica sine sclerodermia,fenomeno di raynaud, una sindrome sicca secondaria, una poliartrite non erosiva e fibromialgia) Fra i vari farmaci assumo già la cardioaspirina da 100. Stamattina, con la visita angiologica ho avuto la diagnosi di sindrome di Mondor, ad entrambi i seni. (sintomi: modesto dolore e sensazione di crampi che tirano ).l' angiologa ha collegato la sindrome di Mondor alla mia connettivite. Se fosse possibile vorrei avere un vostro parere a riguardo . Vi ringrazio in anticipo

cordiali saluti

utente

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia assolutamente tranquilla . Per la sindrome di Mondor della mammella non si fa quasi nulla e solo in casi selezionati Fans e antiaggreganti.

Per la verita' proprio il sottoscritto ha descritto su Cancer una delle piu' importanti riviste di oncologia una associazione della sindrome con il carcinoma mammario.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/1562972

Ma il quadro clinico in quei casi e' del tutto differente da quello che descrive lei.

Stia pertanto assolutamente tranquilla

Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Gentile dottore, la ringrazio molto per la risposta esauriente e immediata. Fra le righe si legge professionalità e umanità. Ho apprezzato anche i link di riferimento che mi ha mandato.
Cordiali saluti