Utente 292XXX
Buonasera,

Circa 8 anni fa mi si sono ingrossati le ghiandole mammarie sia destra che sinistra formando due seni, spaventato feci tutti gli esami e mi avevano riscontrato una ginecomastia e mi avevano consigliato di operarmi perché la dottoressa che al tempo mi visitò mi disse che dovevo stare attento che non si calcificassero quei noduli che aveva trovato ma tale operazione per gli uomini non viene mutuata ma bensì viene inteso come operazione di chirurgia estetica e per cui bisogna pagare per sottoporsi a tale operazione; io sinceramente ho sottovalutato il problema e ogni anno mi ripetevo che dovevo andare a fare gli esami e poi a operarmi; da circa un mese il capezzolo sinistro ha iniziato a farmi molto ma molto male al tatto e sento come una palla al suo interno e ultimamente sono comparse delle fitte anche nella parte centrale dell'addome; sono ben consapevole di aver sottovalutato il problema ma vorrei sapere se è il caso di preoccuparmi seriamente che da "semplice ginecomastia" sia passato a qualcosa di grave come il tumore; sinceramente faccio fatica a addormentarmi e continuo a essere molto ma molto preoccupato; ora sto cercando una specialista che possa aiutarmi perché cosi non posso più andare avanti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Starei tranquillo da quanto descrive in senso oncologico.
Farei una ecografia e se ha una diagnosi di GINECOMASTIA VERA rientra tra le prestazioni del SSN.

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

SALUTI
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com