Utente 487XXX
Le rispondero' senz'altro ma dovrebbe ripostare precisando eta', sintesi dell'istologico e terapie proposte, con il copia incolla (non servono gli allegati basta ricopiare esame istologico ) la sua storia che ha gia' qui riassunto e ripostare sul mio Blog Ragazze Fuori di Seno

Se va su questo link

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-5509.html

entra nella pagina del mio blog di OGGI .

Dovrebbe farlo al piu' presto (per fare quello che le chiedo occorrono 10 min max)

perche' la pagina si aggiorna continuamente con l'arrivo dei commenti che sono tanti.

In ogni caso dovrebbe prima

a) REGISTRARSI (nella stessa pagina in alto a destra trovera' un lucchetto : ci clicchi sopra e trovera' la spiegazione come registrarsi) b) non abuso della sua riservatezza perche' si puo' registrare anche con un nome di

-------- Messaggio originale -----
Buingiorno dottore
Mi scuso per il disturbo ma confido molto nella sua umanità e professionalità, ho bisogno di un suo parere...
Allora mia mamma 65 anni è stata operata l'anno scorso di mastectomia al seno sinistro per un tumore micropapillare con quota del 20% in situ, indice di proliferazione 3% e ormonosensibile al 90%. 13linfonodi asportati di cui uno in metastasi. Ha fatto 4 cicli di chemio schema tc e ora assume griset. Nei controlli sono state riscontrate tre microcalcificazioni max 5mm al seno destro, ha fatto la risonanza, Il radiologo ha detto che è negativa anche se leggo che l'areola puntiforme si evidenza con una curva di terzo tipo. Non sono presenti linfoadenopatie. Birads 3 Cosa significa? Farà comunque il mammotome. Il dottore ci ha rassicurato dicendoci che nella peggiore delle ipotesi si risolve con l'intervento e se dovesse essere di natura maligna è in fase iniziale e quindi in situ. Sono preoccupata per il fatto che comunque ha finito le chemio da poco e comunque fa l'ormonoterapia. Potrebbe essere qualcosa di più aggressivo del primo? Cosa ci aspetta dal punto di vista terapeutico?Dottore la domanda che mi pongo è che se dovesse essere un carcinoma anche se in situ è dovuto all'evoluzione della mammella o al tumore asportato lo scorso anno?questo potrebbe peggiore la vita nei prossimi anni di mia mamma nel senso è più probabile trovare "spiacevoli sorprese" altrove?
Mi scuso ancora e la ringrazio anticipatamente per la risposta.
Distinti saluti

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Abbia pazienza, ma deve la sua richiesta postarla, come le avevo consigliato , non qui , ma su

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-5518.html



Perche' nel suo caso per comprendere meglio la mia replica potrebbe essere necessario che io alleghi (qui non e' consentito) alcune immagini.

la pagina, che le ho allegato (Blog Ragazze Fuori di Seno) si aggiorna continuamente con l'arrivo dei post e comunque con il copia incolla puo' postare nell'ultima pagina del blog in fondo in basso dove c'e' una finestra per I commenti.

Si presenti per favore con un nome, MI RACCOMANDO e mi raccomando 2 volte
(Ovviamente va bene anche un nome di fantasia se ci tiene alla privacy).
.

L'aspettiamo
e le rispondero' senz'altro in giornata
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 487XXX

Grazie mille dott. re spero di aver eseguito la giusta procedura

[#3]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Va bene cosi'
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com