Paziente monorene con dolori ciclici - causa introvabile

Partecipa al sondaggio
Buongiorno,
dall'età di 14 anni vivo con un rene solo causa rene destro grinzo, avevo anche un reflusso vescico ureterale bilaterale che è stato trattato un'iniezione di gel, fino all'anno scorso è andato tutto bene, a giugno 2023 ho iniziato ad avere forti fitte nella zona lombare sinistra che si estendevano anche nella zona addominale e fino all'inguine.
dopo un ricovero di 1 mese ho durante il quale ho eseguito una marea di ecografie, tac e quant'altro, l'unico piccolo problema si è evidenziato attraverso una sola ecografia con mezzo di contrasto: un piccolo reflusso durante la minzione che arriva la rene destro, rimane per circa 10 sec e sparisce (con circa 700 ml di liquido a contrasto inserito in vescica).
dopo l'ultima cistografia con iniezione di soli 300 ml il reflusso non si è manifestato.
con i medici si è pensato di valutare la correzione di questo reflusso, ma avendo un solo renevsi è molto titubanti - le analisi del sangue e delle urine sono mensilmente a dir poco perfette, però spesso, facendo dei piccoli sforzi fisici o anche dal nulla queste fitte tornano e anche molto forti e si manifestano soprattutto durante la minzione, urino veramente poco nonostante io beva dal 2, 5 ai 3l di acqua poi con riposo e antidolorifici svaniscono nel giro di pochi giorni.
mi trovo catapultata in un limbo: vivo la mia vita perennemente con la paura di stare male, e sto anche perdendo molto peso.
leggendo però le varie tac effettuate mi sono resa conto di alcune voci alle quali non abbiamo dato molta importanza: "formazione sfumatamente ipodensa si rileva al passaggio dei segnmenti epatici II-IVa a sede sottocapsulare di circa 9 mm, di possibile significato cistico" e "qualche centimetrica formazione linfonodale a sede paraortica sinistra".
potrebbe essere una di queste 2 la causa di questi dolori molto forti?
avendo il mio problema diciamo che spesso il resto si guarda con meno attenzione... vi ringrazio molto per l'attenzione e spetro che qualcuno possa aiutarmi, buona giornata.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 40.3k 1.8k 19
Gli altri rilievi della TAC che ci segnala non sono significativi ed in particolare non possono essere causa di disturbi. I suoi disturbi sono difficili da interpretare, alemno da quanto ci riferisce. Infatti disturbi che sono in qualche modo alla posizione, movimento o sforzi fisici sono più facilmente legati a cause neuro-muscolari od ortopediche in genere. Altra cosa sono i dolori legati alla minzione, che se vogliamo però dar significato al reflusso rilevato dalle indagini, dovrebbero interessare selettivamente il lato destro, dove c'è il rene grinzo. Pensiamo che sia necessario differenziare bene le due situazioni ed interpretarle attentamente, prima di confermare le indicazioni ad un eventuale intervento.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la sua tempestiva risposta. Ha ragione mi sono espressa male, il rene destro grinzo è stato rimosso nel 2015, ed il reflusso a dinistra è stato trattato con l'iniezione di gel. Mi scusi.
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 40.3k 1.8k 19
Diremmo che sia il caso di ripetere una cistografia retrograda e minzionale per oggettivare l'entità di questo ipotetico reflusso.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

Reflusso gastroesofageo

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto