Utente 178XXX
Buongiorno
sono una ragazza di vent'anni e mi ritrovo a soffrire da ormai tre anni di una trigonite intensa che mi porta ad avere forti dolori vescicali, disuria e un senso di bruciore molto forte alla vescica che si manifesta in "attacchi" giornalieri, che mi impediscono di condurre una vita normale. La trigonite mi è stata diagnosticata all'inizio dell'estate con una cistoscopia, dopo due anni e mezzo tra ginecologi e medici seguendo diverse cure antibiotiche (ritendendo il mio problema di origine batterica). Negli ultimi mesi non ho quasi avuto attacchi forti anche se il bruciore è sempre rimasto cotringendomi a bere quasi 5 l di acqua al giorno. Purtroppo il mio urologo dopo la diagnosi mi ha detto che non è possibile guarire (forse solo invecchiando, ma avendo io 20 anni non ho una gran prospettiva) e che la terapia che mi propone è di anspasmodici per ridurre le contrazioni vescicali, solo che questi farmaci hanno la controindicazione di rendere deboli fisicamente. volevo sapere se davvero questa terapia l'unica che posso seguire e se davvero non è possibile guarire.
grazie ancora

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Cara signora in realtà ci sono anche delle terapie specifiche per tali problemi con l installazione di alcuni medicinali direttamente in vescica
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com