Utente 224XXX
Buona Sera Dottori. Sono un ragazzo di 21 anni. Da 2 giorni sento un leggero fastidio sulla faccia esterna del testicolo e all'inguine. Il dolore non è molto forte anzi, quando sto a riposo nel letto non lo sento e quando cammino oppure sto seduto lo sento ma in maniera molto leggera (solo in pochissimi casi ho delle fitte).
Premetto che circa 2 anni fa , durante una partita di calcio, iniziai a sentire un dolore all'inguine e mi feci visitare dal mio medico di base. La risposta fu che avevo delle zone di cedibilità a rischio di erniazione al livello dell'inguine.
Però da quel momento non ho più avuto problemi.
Ca. 2 mesi fa a causa della scarsa sensibilità del lato esterno del piede sinistro ho invece fatto una RMN che ha evidenziato 3 protusioni discali al livello di L3-L4 , L4-L5 , L5-S1 (con quest'ultima molto più severa delle altre 2).
Prima di richiedere questo consulto ho eseguito un'auto palpazione dei testicoli e nella zona dolorante non ho rinvenuto escrescenze, masse etc (ovviamente se poi ciò persiste andrò dal mio medico che sicuramente farà una valutazione più dettagliata). Ho notato soltanto che il testicolo di sx sembra essere posizionato leggermente più obliquo rispetto a quello di dx. Volevo sapere secondo voi se mi devo preoccupare o no. Nel senso che aimè se ne sentono di tutti i colori e onestamente sono un po' preoccupato.Mi dispiace chiedervi opinioni so che voi non siete maghi e di conseguenza a distanza è abbastanza difficile effettuare eventuali diagnosi ma so anche che voi avete dei segni e dei sintomi riconoscitivi delle patologie. Ad ogni modo grazie anticipatamente per la risposta.
Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

quello che ci racconta non sembra indicarci problemi drammatici ma, come anche da lei intuito, in questi casi è sempre bene sentire in diretta un esperto urologo od andrologo.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 224XXX

Grazie mille della celere risposta. Oggi sono andato dal mio medico di base il quale pensa ad un'infiammazione della radice nervosa del nervo genitofemorale (visto anche il percorso e la frequenza del dolore). In effetti ho anche notato che se sto fermo non ho dolore mentre se faccio le scale o cose simili inizio nuovamente a sentirli. Grazie di nuovo. Arrivederci.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene comunque s eci sono novità ci aggiorni, se lo desidera.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 224XXX

Buona Sera Dottore. Innanzi tutto mi scuso di non averla ringraziata per tempo ma aimè la mia connessione internet ha deciso di prendersi qualche giorno di relax. Allora volevo aggiornarla sulla situazione.
Il dolore dall'inguine e dal testicolo si è definitivamente spostato in zona pelvica. Provo una sensazione di bruciore quando la vescica è particolarmente piena e ho (ogni 40-45 min) la sensazione della vescica piena e ogni tanto urinando (ma questo non sempre) sento un leggero bruciore. L'urina è sempre trasperente eccezion fatta per la mattina quando è più concentrata. Il mio medico di base mi ha prescritto un'urinocoltura più i classici esami del sangue. Ora , pur ribadendo la vostra non-vegenza, le volevo porre un quesito. Cosa mi devo aspettare dalle analisi?? Posso stare relativamente "tranquillo" o mi devo preoccupare? Ci tengo a precisare riconosco di essere un po' ipocondriaco e di conseguenza tendo a chiedere conferme o pareri. Grazie mille per l'eventuale risposta. Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

da quello che ci scrive le analisi indicate potrebbe anche essere negative ma è bene farle ed essere sicuri se è presente o no un problema infiammatorio a livello delle vie urinarie.

Fatte la valutazioni, ci riaggiorni.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com