Utente 170XXX
Egregio Dottore,
sono stato operato in day surgery di idrocele e rimozione cisti dell'epididimo.
il Dottore mi ha consigliato l'uso di un sospensorio, oltre a 10 giorni di riposo, di prendere un antibiotico due volte a giorno per una decina di giorni e di prendere un antiinfiammatorio una volta al giorno per una quarantina di giorni, la medicazione a giorni alterni.
1)Le mie domande sono: il sospensorio dopo quanto tempo dall'intervento va messo? va indossato anche durante la notte? per quanto tempo dovrò usarlo?
E' necessario la notte mettere un cuscinetto sotto i testicoli?
2)La medicazione può essere eseguita anche da un mio familiare (che ha assistito alla prima medicazione in ospedale) o per forza di cose dovrà essere eseguita da un dottore o infermiere?
3)Mi è capitato due giorni dopo l'intervento di avere due eiaculazioni notturne, dopo la prima mi sono svegliato e ho cambiato gli slip facendo attenzione a notare che la fasciatura dell'intervento era bagnata marginalmente solo nella parte superficiale/alta, la seconda eiaculazione l'ho notata solo la mattina dopo. Mi chiedevo: è normale eiaculare dopo appena due giorni dall'intervento? ci possono essere problemi? Considerato che ho una fasciatura che lascia uscire solo il pene e non permette di vedere scroto destro e sinistra, vorrei sapere, per igene, come posso lavare il pene, oppure se posso lasciare sporco nonostante abbia eiaculato la notte.
Dopo quanti giorni dall'intervento mi posso lavare/docciare completamente?
4)Mi sono stati consigliati 10 giorni di riposo, tuttavia considerato che dopo 5 giorni dall'intervento ho un esame universitario volevo sapere, secondo la Vostra esperienza, se lo stress di prendere il pullman, poi il treno, viaggiare per 7 ore, portare una valigia, salire le scale etc.. potrebbe compromettere o meno la mia mia salute.

Vi ringrazio per il servizio offerto.
Spero di ricevere una risposta a tutti i miei dubbi,
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
sinceramente ci chiediamo perché queste informazioni così essenziali non le abbia richieste al nostro Collega che l'ha operata. Una comunicazione aperta ed esauriente tra medico e paziente è uno dei principali fattori in grado di condizionare il buon esito di qualsiasi intervento o cura! D'ogni modo ...
È molto utile indossare il sospensorio, o quantomeno degli slip elastici molto aderenti, per almeno tre settimane dopo l'intervento, anche a letto ovviamente. Alla sua età auspichiamo che lei non abbia bisogno di aiuto per una medicazione così banale e possa provvedere in autonomia, tra l'altro la medicazione è da farsi per una decina di giorni soltanto, poi basterà una normale igiene locale con acqua e detergente neutro. Nel frattempo la medicazione può e deve essere rimossa ogni volta che occasionalmente si sporcasse, una modesta secrezione e qualche goccia di sangue sono assolutamente normali. Ad una settimana dall'intervento, riteniamo che lei possa condurre una vita abbastanza normale, tra l'altro viaggiare in treno è senz'altro il modo meno stressante.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 170XXX

Egregio Dottore, Vi ringrazio per la risposta,
se posso approfittare della Vostra gentile cortesia per ulteriori due dubbi: a letto basta il sospensorio o è utile anche posizionare un cuscino sotto la zona interessata dall'intervento (quindi testicolo sinistro)?
La zona interessata dall'intervento (idrocele e rimozione cisti dell'epididimo) dopo quanto tempo dall'intervento assumerà l'aspetto definitivo?
Riguardo al Vostro dubbio iniziale devo dire che non tutti i Vostri colleghi si dimostrano disponibili a chiarimenti, molti sbuffano.. altri ridono con un aria di superiorità e strafottenza.. Non sempre l'ignoranza sulla gestione del "post intervento" deriva dalle colpe del paziente, ma personalmente credo che per il 60% delle volte dipenda dalla poca disponibilità del personale medico.

ringrazio Lei e tutto lo Staff di Medicitalia.it per la cortesia e l'utile servizio offerto.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
crediamo che indossare il sospensorio sia sufficiente e che aggiungere altro potrebbe essere più di impaccio che di beneficio. Mediamente, una stabilizzazione definitiva dei tessuti si può ipotizzare avvenga dopo due mesi circa.
Le ricordiamo infine che il chiedere informazioni sia per il paziente un sacrosanto dirirtto, ma anche un dovere, al di là di ogni soggezione o timidezza. Il medico che non risponde a domande ragionevoli e circostanziate ha certamente qualcosa da nascondere.

Saluti

Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing