Utente 339XXX
Buonasera. Innanzitutto complimenti per il sito. Vi espongo il mio problema. Soffro di calcolosi renale in quanto due anni fa ebbi un calcolo renale di 6 mm poi espulso. A novembre scorso noto di nuovo fastidi al rene cosi faccio ecografia addome completo e viene riscontrato un calcolo di 3 mm al rene dx. L ecografo mi dice di bere tanto in modo da espellerlo spontaneamente. In questi mesi bevo di piu ma secondo me non abbastanza in quanto ho di nuovo dolori ai reni e in piu dolore al basso ventre e anche aii testicoli. Questo dolore ai testicoli mi preoccupa perchè ho sentito parlare di varicocele anche se non noto niente di anomalo ai testicoli. Il medico curante mi dice che il dolore testicolare potrebbe essere causato dal calcolo. Specifico che il dolore ai testicoli ce l ho da 4 gg ed è continuo mentre quello ai reni va e viene ad intermittenza, a volte debole e a volte piu forte. Volevo un vostro parere al riguardo e se secondo voi questo calcolo potrebbe essere bloccato nell uretere? Il dolore continuo ai testicoli puo essere causato dal calcolo? Si puo escludere il varicocele? Scusate il mio dilungarmi. Specifico che martedi ho visita dall urologo

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutte le sue domande potrebbero essere risolte con una completa indagine ecografica sulle vie urinarie ed un ecocolordoppler delle vene spermatiche.

Sul dolore le confermo che un calcolo renale o ureterale può esserne la sua causa ma anche la presenza di un varicocele.

Se desidera avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 339XXX

Ma il varicocele porta anche DOLORE AI RENI? Specifico anche che quando urino c è molta schiuma. Inoltre ho letto che il varicocele lo si nota perche si ingrossano le vene del testicolo, cosa che non noto. Quest ultimo si deve per forza operare se riscontrato?

[#3] dopo  
Utente 339XXX

Scusi ancora stamattina guardandomi allo specchio ho notato che la vene che si trova in mezzo ai duei testicoli, quella che scende da sotto al pene e continua in mezzo ai due testicoli, è un po visibile anke al tatto. Volevo sapere se è normale o no. Se vuole posso inviarle delle foto per un suo parere

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

dalle domande che ripone, capisco che non ha letto per bene l'articolo indicatole e quindi le riconsiglio la sua lettura e poi ci ricontatti.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 339XXX

Buongiorno dottore la aggiorno sui miei sintomi. Il dolore ai testicoli è passato, ora noto solo un dolore/bruciore alla vescica e se trattengo la pipi quando vado ad espellerla questo bruciore in vescica aumenta molto. Inoltre se provo a masrurbarmi quando il testicolo sale nel canale inguinale sinistro sento dolore proprio al canale inguinale. Inoltre sempre fastidio ai reni. Cosa potrebbe essere?

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Visti i nuovi sintomi non è da escludere ad esempio un problema infiammatorio alle vie uro-seminali ma la diagnosi certa solo il suo urologo od andrologo in diretta la può fare e quindi lo risenta.

Nel frattempo le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-urina-brucia.html,

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Ancora un cordiale saluto
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Utente 339XXX

Grazie della risposta, come al solito sempre cordiale e disponibile. Quindi posso stare tranquillo sul fatto di non avere varicocele? Questa possibile infiammazione delle vie uro-seminali potrebbe dipendere dai miei problemi di calcolosi e renella?

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Un varicocele primario non presenta i sintomi da lei lamentati mentre è difficile, da questa postazione, fare una correlazione così diretta tra i suoi problemi renali e l'infiammazione che possiamo, sempre da questa postazione, sospettare.

Detto questo poi si ricordi sempre che, da questa prospettiva, nessuna diagnosi certa e sicura possiamo farle.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 339XXX

Grazie davvero per la pazienza e la disponibilità mostratami. Gia sentire le sue parole mi tranquillizza non poco. Cmq la terrò aggiornata dopo la visita prevista per martedi. Buona serata!

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#11] dopo  
Utente 339XXX

Buonasera la aggiorno sulla situazione dopo essere andato dall'urologo: il dottore dopo aver palpato o testicoli, aver fatto ecografia all addome e ai reni(anche se con vescica vuota) e aver tramite visita rettale controllato la prostata, mi ha detto che secondo lui non ho varicocele in quanto non ha notato nulla di anomalo e che i sintomi non sono riconducibili a quest'ultimo. Ha detto che ho una piccola infezione della prostata con cause che possono andare o da germi nelle urine o da eiaculazione trattenuta o qualcos'altro(ha detto che era difficile da stabilire la causa certa). Quindi mi ha prescritto soluzione schoun mattina e sera per 10gg, e fosfomicina sandoz( ho preso equivalente) da prendere per due sere dopo ultima urina. Inoltre ecodoppler testicolare e mi devo ripresentare per un controllo tra 15 gg. Cosa ne pensa?

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le indicazioni ricevute e, se lo desidera, ci riaggiorni.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 339XXX

Solo una domanda. Posso fare sesso ho pregiudicherei la guarigione? E perchè nonostante il dottore sostiene che i testicoli sono ok comunque devo fare lecodoppler?

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Una regolare attività sessuale non è controindicata.
L'ecografia con colordoppler delle borse scrotali è una indagine che completa e dovrebbe confermare la diagnosi fatta dal suo medico di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#15] dopo  
Utente 339XXX

No le chiedevo il fare sesso perche dopo averlo fatto viene questo bruciore inguinale. Cmq grazie della risposta è sempre gentilissimo!

[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se si scatena ancora questo problema potrebbe essere utile fare anche una valutazione colturale sul liquido seminale.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Utente 339XXX

Capisco... Come mai questa valutazione sul liquido seminale? Io ho spiegato al dottore di questo fastidio ma non mi ha prescritto una visita colturale

[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Lo ricontatti, spieghi per bene ed in diretta i suoi sintomi, che da questa postazione sono poco comprensibili, ed insieme, se ritenuta necessaria, potrebbe essere utile avere anche una valutazione colturale sul liquido seminale.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 339XXX

Se le puo interessare sul referto medico c è scritto dolore inguine ed epididimo.

[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Forse può far pensare ad una epididimite?

Ma siamo ancora punto e a capo!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#21] dopo  
Utente 339XXX

Salve volevo informarla che i miei fastidi sono scomparsi e che dovro solo recarmi dall urologo per il controllo. Volevo gentilmente chiederle un altra cosa. Circa due mesi fa ho avuto la candida e il dermatologo mi ha prescritto una cura di un mese e mezzo. I sintomi sono spariti dopo circa un mese ma io ho finito la cura interamente come prescrittomi. Preciso che anche l anno scorso ho sofferto di candida. Adesso dopo circa 15 giorni dalla fine della cura noto che ci sono di nuovo i puntini rossi sul glande! Cioe per la terza volta si ripresenta la candida! Non so come devo fare per debellarla defintivamente e da cosa possa essere causata. Specifico inoltre ke da quando sono guarito ho avuto tutti rapporti protetti e solo con la mia ragazza. Ho fatto analisi delle difese immunitarie e sono risultate tutte nella norma. Magari puo essere che la cura con monuril fatta per il problema dell epididimo possa aver abbassato le difese immunitarie facendo ricomparire la candida?

[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la sua ultima osservazione può essere condivisa ma ora bisogna sempre risentire in diretta il suo specialista di riferimento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#23] dopo  
Utente 339XXX

Grazie della risposta. Comunque stamattina sono andato dal dermatologo che mi ha confermato che la monuril essendo un antibiotico forte ha abbassato le difese immunitarie facendo ricomparire la candida. Mi ha prescritto travocort crema due volte al dì per 15 gg piu diflucan da prendere una capsula ogni 4 gg e per il lavaggio l anonet. Dice che siamo allo stadio iniziale quindi nn grave. Volevo chiederle secondo lei dopo quanto vedro la guarigione? Perche l ultima volta c è voluto almeno un mese e mezzo. E secondo lei ci sono metodi per cercare di far si che non ricompaia piu? Il dottore era abbastanza scettico sulla tesi dei fermenti lattici quali ottimi per prevenire la candida.

[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non avendo visto nulla, la vera e precisa prognosi della sua futura situazione clinica solo il medico che l'ha vista gliela può dare.

Approfitti di questo per chiedere ulteriori chiarimenti sui fermenti lattici, forse non ha compreso bene il senso del suo intervento.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#25] dopo  
Utente 339XXX

No guardi su mia precisa domanda se i fermenti lattici possano prevenire in qualche modo la candida lui mi ha risposto che non centra niente

[#26] dopo  
Utente 339XXX

Caro dottore so che le ho posto molte domande ma la prego di rispondere anche a questa se non le crea disturbo: se la mia ragazza ha la candidosi magari asintomatica( vaginale intendo), potrebbe praticandomi sesso orale contagiarmi? Le chiedo questo perche vorrei cercare di premunirmi il piu possibile sull insorgere della stessa. Cordiali saluti

[#27] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

difficile, se il problema è vaginale, che con un rapporto orale possa contagiarla; detto questo poi, visto che lei mi sembra un pò fobico ed ipocondriaco, le comunico che la vera prevenzione è usare uno scafandro oppure non avere proprio rapporti.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#28] dopo  
Utente 339XXX

Scafandro? Comunque lo so di essere un po ipocondriaco ma si metta nei miei panni... Avere molto spesso la candida non è bello! Comunque grazie della disponibilità!

[#29] dopo  
Utente 339XXX

Buonasera dottore. Le comunico i risultati delle ecografie. L ecoaddome ha segnalato un minicalcolo di 3,5 mm rene dx che ha detta dell ecografo nom dovrebbe dare particolari problemi. L ecodoppler testicolare non ha notato niente di anomalo, nessun varicocele, idrocele o problemi all epididimo. L urinocoltura risulta negativa. Solo l unica cosa sul referto c era scritto: esame ostacolato da notevole gas colico. Cosa significa? E quindi se tutto è nella norma il dolore testicolare da cosa puo dipendere? In attesa di risposta le porgo i miei piu cordiali saluti.

[#30] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo senza poter fare una valutazione clinica diretta, con tutte le altre indagini cliniche nella norma, poco le possiamo dire e forse possiamo sospettare un problema psicosomatico ma non ci faccia fare facili e superficiali diagnosi; è l'ora di risentire in diretta sempre il suo urologo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com