Utente 456XXX
Salve ringrazio per il servizio offerto in anticipo sono disperato ho 26 anni e da Un anno il mio pene non funziona piu' come dovrebbe. ...il mio problema inizio ' mentre mi stavo masturbando come per me era consono fare almeno 2 volte al giorno in compagnia della canapa che fumavo con assuefazione da 3 anni circa mi accorsi che presi erezione pochi minuti prima Di eiaculare ma non gli dieti tnt importanza . ..fino a che 2 mesi dopo ebbi il primo rapporto con una ragazza dopo 6 mesi Di astinenza ero davvero eccitato e nel momento in cui lo stavamo per fare persi velocemente l'erezione ...sentivo come se il pene perdeva potenza. ....aime' una vlt tornato in inghilterra (perche' e' qui che vivo ) iniziai ad assumere tnt canapa circa 7/8 canne al giorno e sigarette circa 15 /20 sigarette ...da li' iniziai ad avere strani sintomi dolori diffusi sopratutto alla schiena mancanza di sensibilita' alle gambe ed al pene perdita totale di erezioni dolori al pene difficolta' a trattenere l'urina senso di continua confusione ed intorpidimento al pene feci tnt visite e controlli tra I quali :

Risonanza magnetica lombo sacrale
Risonanza magnetica del cervello
Tac al cervello
Esame dei potenziali evocati del nervo pudendo

Tutto risulto' nella norma e quindi scongiurata la possibilita' di una sclerosi multipla andai da Un urologo che controllo' la mia prostata che era nella norma

Allorche' facendo diverse ricerche capii che I sintomi potevano essere associati o all'abuso di cannabis che ridusi o alla malattia la peyronie

Andai di nuovo dal mio urologo che dopo una visita molto superficiale mi disse che avevo la malattia di la peyronie mi distrusse perche ' sapevo bene di cosa si trattasse e ricominciai a rifumare come Un matto superando I 7/8 grammi alla settimana in pratica fumavo piu' canne che sigarette questo x due mesi

Decisi poi di cercare di risolvere il problema e andai in Un centro di londra dove mi fecero un eco color doppler e dopo un'attenta visita 2 ore circa mi dissero che non c'era nessuna anomalia no fughe venose ne placche mi iniettarano 10 mg di prostatalgina e ebbi una erezione al 90 per cento con masturbazione

Nei giorni successivi Le erezioni presero vita ma il tutto scemo' con l'assunzione di cannabis che non smisi di assumere solo ridurre

Passarono 3 mesi nella quale ebbi rapporti dolorosi con l'aiuto di viagra 100 e con eiaculazioni ritardate e ridotte...con un altra ragazza e decisi di smettere adesso ho chiuso con il fumo sia di sigaretta che di cannabis dp la prima settimana le erezioni mattutine tornarono ma aime' il problema adesso si e' ripresentato e al momento non riesco piu' ad avere erezioni valide solo al momento dell'eiaculazione che tra l'altro mi e' difficile raggiungere con dei buoni risultati in termini di quantita' .. adesso sono circa 14 giorni che non fumo una canna sigarette oltre un mese

Ma sono costretto ad assumere cialis 5 mg e sidelafil 100 mg perche' il viagra non funziona ....cosa devo fare?

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
si affidi ad un andrologo dedicato.
E' necessario raccogliere ulteriori elementi clinici e laboratoristici necessari per un corretto inquadramento diagnostico e terapeutico.
Le consiglio di abbandonare l'automedicazione ma seguire un percorso andrologico guidato dallo specialista.
Cordialità

http://www.studiomedicoizzo.it/droga-alcol-e-prestazioni-sessuali/
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 456XXX

La ringrazio dottore per la sua risposta io sono seguito da Un urologo ma qui l'ignoranza in materia medica e' inequiparabile ed I medici non fanno I medici per passione ma per denaro o per lo meno il mio urologo Che mi fissa con quel sorrisino come per dire hai 26 anni e gia' sti problemi e non ha intrapreso nessuna azione per questo sono andato privatamente pagando circa 300 euro per Un ecocolourdlopper presso uno studio famoso international andrology London ...la Mia domanda e' se non sono I nervi ne la prostata ne' I corpi cavernosI ne' la canapa cosa potrebbe essere sicuramente non e' Un fattore psicologico ne Di diabete .....ho dimenticato ad aggiungere che da quando ho iniziato la mia DE mi sn spuntate delle spaccature sulla pelle del glande e quando e' in erezione vengono fuori delle piccole bollicine ...Che altre patologie potrebbero influenzare l'erezione? Io sono piu' Di sei mesi che mi tengo informato ma non so' Di cosa si potrebbe trattare o comunque
Che tipi Di esami fare quite e' diverso gli esami Li devi richedere tu se vuoi ottenere risposte celeri email serie

[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
Caro lettore, una valida erezione che possa consentire una tranquilla penetrazione e mantenimento sino all'orgasmo dipende da fattori emotivo-psicologici-relazionali che determinano lo stimolo che si dovrebbe tradurre in una vasodilatazione delle arterie del pene con inizio della tumescenza (ingrossamento del pene) e raggingimento della rigidità con la attivazione del complesso sistema veno-occlusivo cavernoso.
che la cannabis possa alterare i meccanismi superiori, psico-emozionali è possibile. che possano esser presenti fattori vascolari arteriosi a 27 anni mi sembra poco probabile
l'ipotesi della mal. di Peyronie mi sembra del tutto improbabile.
che possa essere presente una disfunzione del sistema vascolare venoocclusivo cavernoso magari associato ad uno stato di disagio psico-emozionale appare probabile al di là della risposta dell'esame ecodoppler che valuta quasi esclusivamente il fattore arterioso.
Cerchi di trovare una figura andrologica che la possa seguire magari aiutandosi con qualche farmaco vasodilatatore
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
le spaccature potrebbero essere legate ad una fimosi, è solo una supposizione in quanto sarebbe da verificare clinicamente.
Inoltre, l'abuso di sostanze stupefacenti può interferire con il sistema endocrino (ormoni) e associarsi a disfunzione sessuale.
Le consiglio, serenamente, di consultare un andrologo dedicato che non banalizzi il problema. Oggi sempre più giovani hanno problematiche simili alle sue e vanno affrontate con massima serenità.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#5] dopo  
Utente 456XXX

Vi ringrazio mlt per le delucidazioni mi siete stati di grande aiuto ps lo sballamento omonale e' vero che lo ho avuto di fatti ho avuto Un innalzamento dei valori della prolacttina che sono ritornati normali dp una settimana circa in piu' calo della libido e diminuzione della eiaculazione. ..per quanto riguarda la fimosi io ho il pene completamente scoperto arrivo a quasi meta' del pene con la pelle ed il glande e' tutto scoperto infatti le spaccature sn nel glande comunque vedro' di trovare un andrologo bravo tramite il mio gp (dottore di famiglia ) che non ha ancora capito la differenza tra urologo ed andrologo dice che l'urologo e' piu' adatto per trattare la DE


CORDIALI SALUTI E GRAZIE MILLE NON MI SENTO SOLO ADESSO