Utente 459XXX
Dottori buongiorno.
Vi espongo quanto è accaduto e le motivazioni per cui necessito del vostro consulto.
Qualche premessa che penso possa essere utile:
-Ho 25 anni
-Non mi è mai successo prima di oggi
-Non ho avuto rapporti sessuali di nessun tipo da tempo
-Qualche mese fa ho avuto una leggera epididimite a destra e sono stato seguito da un urologo (non dovuta a rapporti sessuali)

Questa mattina, dopo essermi svegliato sono andato in bagno... Tutto normale tranne per l'urina un pò più scura del solito.
Quando è finito il getto, ho avvertito come un corpo estraneo proprio vicino all'uscita dell'uretra... Ho pensato ci fosse ancora qualche goccia e allora per farla uscire ho trattenuto il fiato e ho spinto un pò:
Invece dell'urina è uscito un liquido MOLTO bianco, quasi come se fosse yogurth, ma poco poco più denso dell'urina e per nulla appiccicoso, molto più bianco di quello che esce durante l'eiaculazione, inodore.
Ho fatto uscire qualche altra goccia di questo liquido esercitando un pò di pressione sul perineo e spremendo l'uretra, questa è una cosa che faccio sempre dopo aver eiaculato per far uscire le ultime gocce.

Da quel momento ho iniziato a sentire bruciore costante (sopportabile) e la sensazione di un corpo estraneo sulla punta del pene, nell'uretra, accompagnato dallo stimolo di orinare.
Sono andato un pò di volte in bagno (più del solito) e ogni volta che ho orinato nell'arco della giornata il dolore è diminuito un pò rispetto alla volta precedente.

La situazione attuale (dopo circa 7 ore dall'episodio):

Continuo a sentire una sensazione di corpo estraneo, anche se molto diminuita, quando starnutisco, mi sforzo, orino o mi siedo.
L'urina è uscita di colore scuro solo questa mattina, il resto della giornata ha avuto il solito colore normale.
Per adesso non ho avuto altre perdite di quel liquido bianco.
Lo stimolo a tornare in bagno è rientrato quasi nella norma, ma sempre accompagnato dalla sensazione di corpo estraneo.
Non ho macchie, arrossamenti o altri sintomi evidenti, tutto quello che è successo e ho notato è stato scritto.
Devo ammettere che ho preso quasi subito una Augmentin, dopo aver letto che poteva essere un'infezione batterica.

Vi chiedo:
Cosa può essere?
In quali condizioni e malattie trovano riscontro questi sintomi?
Si può risolvere spontaneamente?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Molto probabilemente si è trattato di espulsione spontanea di secrezione prostatica, l'assenza completa di sintomi precedenti rende meno probabile la presenza di infezione. Vi potrebbe eesser invece qualche collegamento indiretto con la precedente epididimite di cuyi ci riferisce. Se la situazione si è limitata spontaneamente e non vi sono più disturbi (cosa abbastanza porbabile), diremmo che non sia necessaria alcuna terapia, anche antibiotica. In caso contrario sarebbe opportuno che ne parlasse con il suo medico curante. Beva molta acqua nel frattempo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Gentile Dr. Piana,
La ringrazio per la risposta, sono molto più sollevato, aggiungo che ad un giorno di distanza dal fatto l'episodio non si è ripetuto e tutti i sintomi sono scomparsi.

Posso chiederle come e perché avviene questa espulsione spontanea? può essere sintomo di qualche patologia?
Inoltre credevo che la secrezione prostatica fosse quel liquido appiccicoso e trasparente, e che fossero gli spermatozoi a renderlo bianco, quello che ho visto io era solo bianco molto acceso e abbastanza liquido.

Mi perdoni per le ulteriori domande ma a me piace capire le cose anche per eventualità future :)

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Probabilmente si è liberata dalla prostata o dalle vescicole seminali una certa quantità di secrezione stagnante da tempo, questo ci fa pensare ad una relazione con la precedente epididimite. Molto spesso l'epididimite è dovuta ad infezioni od infiammazioni della prostata, anche senza particolare evidenza di sintomi. L'attuale manifestazione si è autolimitata, come prevedibile, le consigliamo comunque di cogliere l'occasione per sottoporsi senza fretta alla visita di un nostro Collega specialista in urologia, raccontando l'accaduto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 459XXX

Gentile Dr. Piana,
La ringrazio per la disponibilità, buon lavoro.