Utente 412XXX
Buongiorno, ho 31 anni e da un anno circa mi capita di alternare periodi di normalità a periodi in cui soffro di minzione frequente diurna. Dopo poco aver urinato sento subito il bisogno di urinare nuovamente per poi emettere quantità minime di urina. Questa situazione si presenta sempre in concomitanza con disturbi di tipo intestinale (stitichezza alternata a diarrea). La prima volta che mi è successa questa cosa mi ero rivolto ad urologo che mi aveva diagnosticato una lieve infezione all'uretra e un lieve problema alla prostata per il quale mi prescrisse la Tamsulosin Teva dicendo che il mio disturbo fosse probabilmente dovuto allo stress (in passato ho avuto due attacchi di panico). Cosa mi consigliate di fare? Ci puó essere correlazione tra problemi intestinali e problemi di minzione frequente? Ringrazio per un'eventuale risposta. Buona giornata

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La correlazione tra disturbi intestinali e disturbi delle vie urinaria è evidente e si presenta molto frequentemente. In questi casi è in linea di massima opportuno concentrare la maggior parte delle attenzioni al versante intestinale, poiché l'apparato genito-urinario è solo la vittima innocente di problemi che hanno origine altrove. Quasi sempre gli accertamenti e la stessa visita urologioca sono poco significativi. Si raccomanda di non eccedere soprattutto cion gli antibiotici, per non alterare ulteriormente una funzione intestinale già vacillante.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 412XXX

Grazie mille per la celere risposta. Cosa mi conviene fare a questo punto? Ci sono degli esami/analisi che è consigliabile fare?

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Noi non abbiamo idea di quali siano i suoi disturbi intestinali, ma in ogni caso dovrebbero essere valutati in modo approfondito da un nostro Collega gastro-enterologo / nutrizionista. Le intolleranze aimentari sono ad esempio molto comuni e spesso misconosciute.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing