Utente 292XXX
Buona sera ... ringrazio innanzitutto per l attenzione .. vi spiego il problema in data 16 agosto 2017 in serata ho avvertito una fitta incredibile all altezza del rene destro tanto forte da costringermi a recarmi al pronto soccorso dove dicono che si tratta di colica renale fra l altro senza nemmeno ecografia .. mi fanno una siringa di spasmex non ricordo bene il nome. E vado a casa senza dolore .. il giorno dopo stesso problema di nuovo in nottata vado di nuovo lì stesso pronto soccorso lavaggio e a casa .. dopo 5/6 ore nuovamente il dolore .. il mattino seguente faccio in ecografia competa e viene fuori un calcolo di 5.6 millimetri e presenza di renella.. torno a casa e di notte tardi non sopportando di nuovo il dolore decido quindi di recarmi al pronto soccorso antonio cardarelli di Napoli dove fanno analisi Ecografia di nuovo ... mi tengono lì in osservazione perché globuli bianchi alti causato dall infezione .. nel frattempo un paio di lavaggi di antibiotico ed antidolorifico .. il giorno seguente si presenta l urologo dicendomi che ciò che mi causa il dolore e l infezione mi dimettono la sera ed il dottore mi dice che il calcolo non è comparso nelle loro ecografie e mi prescrive seguente cura : bactrim alle 8 ed alle 20 per 5 giorni;paracentemolo alle 8 ed alle 20 per due giorni e declofan scusate la pronuncia per altri due giorni alle 8 ed alle 20 .. ad oggi sono al 4 giorno di cura ed i dolori non cessano volevo avere spiegazioni maggiori a riguardo , perché non passano i dolori ?grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Le suggeriamo la lettura di questo nostro articolo, in cui si trattano situazioni molto simili alla sua:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1194-coliche-renali-trattare-i-sintomi-o-risolvere-il-problema.html

Purtroppo l'ecografia non è in grado di valutare un lungo tratto di uretere, molto probabilmente il calcolo (intravisto una sola volta) si trova in quel tratto. La persistenza dei sintomi a nostro giudizio imporrebbe una approfondimento diagnostico con l'esecuzione di una TAC dell'addome senza mezzo di contrasto. Solo in base ai risultati di questo esame si potrà decidere cosa sia più opportuno consigliarle.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 292XXX

All ospedale hanno fatto sia quella tipo che fanno le donne incinte e sia quella che si fa all in piedi prima di petto e poi di spalle mi scusi la semplicità ma è l unico modo che conosco per essere più o meno chiaro

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Come già le dicemmo, in talune occasioni l'ecografia e la radiografia non sono sufficienti a definire con chiarezza la situazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 292XXX

Grazie mille per la risposta ... nel frattempo volevo chiederle quale antidolorifico posso prendere per avere sollievo ? Il dottore mi aveva prescritto il paracentemolo ... ma non so per quanto giorni consecutivi può essere assunto? E poi la febbre in qst caso da quanto diventa preoccupante !?

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il controllo migliore del dolore renale si ottinene con i farmaci anti-infiammatori tipo FANS. Non possiamo ovviamente prescriverle nulla da qui. La febbre in queste situazioni è sempre e comunque preoccupante e deve indurre a non perdere tempo sia nella diagnosi che negli eventuali interventi necessari.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 292XXX

Sarebbe opportuno effettuare una tac addome o un uro tac? Perché a mio cugino hanno fatto l uro tac anziché dell tac addome lei che cosa mi consiglia? Grazie ancora

[#7]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Sostanzialmente si tratta della stessa cosa. Nello studio della sospetta calcolosi è sufficiente eseguire l'esame, quantomeno in prima battuta, anche senza mezzo di contrasto. Anzi, questo rischia di mascherare i calcoli più piccoli. Della necessità di eseguire l'esame nel suo caso abbiamo già detto nel nsotro primo contributo. La situazione è poi chiaramente illustrata nell'articolo di cui le abbiamo consigliato la lettura.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 292XXX

Aggiornamento dal primo settembre dopo la cura assegnatomi dall' urologo per facilitare l espulsione dopo un Po di giorni non ho avuto coliche e dolori pertanto mi sono recato a fare una diretta renale il cui risultato e stato ombre renali in sede regolari per forma e dimensioni.nom si evidenziano immagini X- poiché da riferire a calcoli urinari
Cosa significa grazie

[#9]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La radiografia non è di per sè sufficiente ad evidenziare i calcoli poco calcificati o minori di 4-5 mm. D'ogni modo, la cosa più importante è che non abbia più fastidi, cosa che porta a pensara ad una avvenuta esplsione del calcolo. Sarà comunque opportuno ripetere anche l'ecografia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 292XXX

Grazie per la risposta .. intende dire che sarebbe necessario fare un uso tac senza mezzo di contrasto?

[#11]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In assenza di sintomi può bastare anche solo l'ecografia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 292XXX

Si chiama ecografia all' addome?quale e il termine specifico da dire al centro ?

[#13]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ecografia dell'addome superiore ed inferiore, con particolare attenzione per le vie urinarie. In ogni caso il nostro è solo un consiglio, l'esame deve essere prescritto dal suo medico curante.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing