Utente 346XXX
Buonasera.
Oggi ho effettuato un'ecoaddome.
Tutto nella norma, tranne per il tratto urinario così specificato:
----------------
Reni di normali dimensioni e morfologia con conservato spessore parenchimale.
Non immagini riferibili a calcoli a sinistra
A destra, in un calice del gruppo caliciale inferiore si rileva formazione litiasica di circa 4 mm.
Non idronefrosi
--------------
Vorrei chiedere cosa è una formazione litiasica (calcolo?) e come procedere.
Non ho mai avuto coliche renali se non, raramente, mal di schiena (sopportabile) nella parte del fianco dx.
Nell'ecografia effettuata lo scorso anno non era presente la formazione litiasica.
Ringrazio per la risposta e porgo cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Considerandoche l'ecografia tende normalmente a sovrastimare un poco,le misure dei calcoli, specie in quella posizione, quanto,rilevato dovrebbe essere poco più di un granello di sabbia, verosimilmente ancora attaccato alla superficie interna del rene. Ovviamente non vi sono indicazioni operative di alcun tipo, ma solo un controllo ecografico periodico ogni 12-24 mesi. Un solo,calcolo,rilevato alla sua età è da ritenersi un fatto occasionale, si abitui comunque a bere molta acqua, se già non lo sta facendo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 346XXX

Egregio Dott. Piana,
La ringrazio per la Sua risposta che mi ha tranquillizzata non poco.
Di solito bevo circa un litro e mezzo di acqua al giorno, magari cercherò di aumentare ancora.
Quando lei scrive "ancora attaccato alla superficie interna del rene" intende che potrebbe staccarsi e causare una colica renale?
Vorrei inoltre chiederLe, visto che dovrei iniziare una terapia a base di calcio per osteoporosi (T-score -3,9) se assumendolo potrebbe aumentare l'eventuale formazione di calcoli renali.
La ringrazio e Le auguro una buona giornata.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il destino dei piccoli calcoli è assolutamente imprevedibile, la cosa più opportuna è ovviamente fare in modo che non crescano mantenendo le urine diluite. D'ogni modo, il passaggio di una piccola concrezione di 2-3 mm potrebbe anche non causare alcun disturbo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 346XXX

La ringrazio molto per la risposta.
Cordiali saluti.