Utente 304XXX
Buongiono, sono un uomo di 51 anni che, a seguito di analisi del sangue e delle urine i cui risultati erano tutti nella norma tranne transaminasi GPT ALT (46 range del laboratorio fino a 41), bilirubina diretta 0,26 (fino a 0,25) e uricemia 7,2 (range 3,4 - 7,0), ha provveduto ad effettuare una ecografia completa all'addome in cui viene diagnosticata una lieve steatosi al fegato e la sospettabile presenza di un microcalcolo di 4-5 mm al terzo medio-inferiore del rene sinistro. Nel referto viene anche scritto che bilateralmente non sono apprezzabili calcoli renali formati nè idronefrosi, vescica ben distesa a pareti normali nè alterazioni del profilo della mucosa. Residuo postminzionale di circa 43 ml.
Nelle analisi delle urine effettuate qualche settimana fa non risultava nulla di particolare, cito quanto riportato dall'analista: peso specifico 1015, pH 5.0, aspetto limpido, colore giallo paglia chiaro, assenti albumina, glucosio, acetone, pigmenti biliari ed ematici, urobilina normale. 1 - 2 leucociti per c.m.
Premetto che nel mese di marzo di quest'anno avevo fatto identica ecografia e nei reni nulla era presente, desideravo un consiglio sul trattamento di tale ipotetico microcalcolo, visto che mi è stato consigliato solamente di bere almeno 1,5 - 2 litri di acqua al giorno.
Grazie

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'ecografia tende abbastanza a sovrastimare le dimensiini dei calcoli, in particlare quelli piccoli e periferici (all'interno del,calici) pertanto quello descritto potrebbe essere poco più di un granello di sabbia, ovvero una micro-calcificazione di una papilla renale. Ovviamente non vimsono indicazioni operative, tenere le urine diluite è il provvedimento più opportuno, anche se emprico, per evitare l'aumento di dimensioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 304XXX

La ringrazio per la celere risposta, quindi basta solo bere senza bisogno di assumere farmaci. È possibile che un livello di uricemia pari a 7.2, tutto sommato poco sopra al range normale, possa aver creato le condizioni per la formazione di tale microcalcolo?

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Può essere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing