Utente cancellato
Salve sono un ragazzo di 28 anni.
Ho fatto questi esami poichè per qualche mese ho avuto afte orali persistenti, in seguito ho anche cominciato ad avere linfonodi gonfi e dolenti, malessere, debolezza, nausea, cattivo odore dal pene, macchie bianche sugli slip.
ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
Valori normali
URINE
Densità * 1036 (1005 - 1028)
Leucociti 79 (fino a 20)
ESAME ricerca malattie sessuali
Valori Negativi
TAMPONE URETRALE
Chlamydia * Presente

Il dottore specializzato mi ha dato 2x500mg di Azitromicina da prendere in una volta dicendo che non è necessario ripetere il tampone poichè la Chlamydia è sensibile al trattamento.

Il 6 Settembre ho preso la cura, ora vorrei sapere in quanto tempo spariscono i sintomi.
Ieri mi è venuta un'altra afta e mi sono ritornati i dolori ai linfonodi della gola.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Le manifestazioni della clamidia a livello orale sono molto dubbie e dibattute, non vi sono chiare evidenze scintifiche e taluni ritengono che l'unica manifestazione sintomatica della clamidia sia a kivello dell'uretra. Questo per dire che i suoi problemi a livello di gola e linfonodi del collo ha molto probabilmente altre cause. La terapia effettuat è tipica e nota per essere molto efficace.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
463187

dal 2017
Grazie per la risposta.
Dottor Piana volevo chiederle i tempi di guarigione dei sintomi e secondo lei a cosa potrebbe essere dovuto il problema delle afte persistenti con linfonodi dolenti e malessere ?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A livello dell'uretra la risoluzione dell'infezione è in genere rapidissima ma questa non coincide direttamente con la scomparsa dei sintomi, poichè comunque può persistere una infiammazione ancora per qualche tempo, che tende poi gradualmente a risolversi completamente nell'arco di qualche settimana. Le manifestazioni orali non sono di competenza urologica, ma i suoi sintomi meritano comunque attenzione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
463187

dal 2017
Grazie dottore saluti.