Utente 441XXX
salve a tutti, sono 2 anni che ho una prostatite cronica ciclica, nello speriocoltura c'era sempre e solo presenza di escherichia coli.
i sintomi che riscontro sono sempre i soliti, una volta ebbi disturbi urinari come stimolo impellente, sensazione di non svuotare e quello più rognoso dopo aver urinato se mi sedevo mi uscivano delle gocce sugli slip come se la pressione addominale sull'uretra/prostata facesse uscire gocce residue.... accompagnati a disturbi sessuali come eiaculazione scarsa ed a colata, disturbi sull'erezione e un fastidiosissimo ma costante dolorino al perineo.
sono diversi giorni che sto riscontrando i disturbi sessuali sopra citati; a livello urinario per fortuna va tutto bene, se non la presenza sporadica dell'ultimo fastidio citata sopra relativa al gocciolamento post minzione quando mi siedo.
ho dinuovo questo fastidio al perineo, fisso...
l'ultima volta che mi venne era ad ottobre, e.coli; 2 settimane di ciproxin 1000 e tutto si affievolisce, non ho più sintomi!
ricomparsi dopo un mesetto e mezzo di benessere.
ma secondo voi com'è possibile che sto e.coli non vuole abbandonarmi?
oltre questo mentre facevo la doccia ho notato un linfonodo inguinale.
non so da quanto è li, può essee dovuto alla prostatite?

grazie e buon natale

[#1] dopo  
Dr.ssa Giovanna Bardellini

20% attività
0% attualità
8% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2017
L'antibiotico serve ad abbassare la carica batterica in corso di infezione acuta, ma la sua prostatica cronica è dovuta ad Ab anti E. Coli.
Il solo farmaco che può negativizzarli è Causticum 06, 018, 030 LM P.L.
Sono tre conf. da 20 fiale l'una, ne prenderà 1fl/die al mattino a digiuno, iniziando dalla 06LM, seguendo la numerazione delle fiale (1-20).
Se fossi in lei ricercherei poi anche:
- Ab Anti Chlamydia Trac. IgG
- Ab anti Ureaplasma ureal. IgG
per escludere altri inneschi infettivi.
Dr.ssa Giovanna Bardellini