Utente 473XXX
Ciao mi presento sono Alessandro.

La mia situazione è la seguente
Vivo all'estero.
Ho iniziato a notare ingrossamento ai dotti referenti a giugno, quando il giorno seguente dopo aver avuto un rapporto sessuale ho notato il dotto sinistro gonfio, mi viene da dire "contratto" quasi, e tracce di sangue nello sperma, mi sono sinceramente impaurito anche.
Fatte le prime ricerche alla definizione di varicocele pensavo di aver individuato il mio problema. Torno in italia per un paio di settimane in agosto mi faccio visitare da un dottore che mi dice che il varicocele non è, ho una microcisti al testicolo sinistro (rassicurandomi che non è niente di cui preoccuparsi), menzionando il sangue nello sperma mi dice che allora potrei avere una infezione prostatica, ma che comunque risolvibile con un antibiotico se non anche solo con uno stile di vita e un alimentazione corretti.
Tornato in inghilterra aspetto un po provo a mangiare sano e quant'altro, non basta, cerco quindi tramite la sanità pubblica di curare questo mio problema. Il dottore di ambulatorio non sa molto in materia, faccio quindi degli esami delle urine, dove risulta tutto pulito, mi propongo quindi di provare a prendere un antibiotico per vedere se funziona (antibiotici a ciclo lungo).
Ora è anche colpa mia, perchè sono contrario ai medicinali, non prendo mai niente ne per la febbre ne per i piccoli mali, in questo caso metto da parte gli ideali per la mia salute, ma non ho comunque intenzione di provare antibiotici a caso.
Ad oggi i dotti sono entrambi infiammati e doloranti, non a livello acuto, la maggiorparte del tempo il dolore è lieve quasi impercettibile, però sento che sono infiammati e leggermente ingrossati, l'urina puzza, lo sperma non ha un bellissimo aspetto ma non ho mai più trovato tracce di sangue, solo in quell'occasione.
Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto, non voglio sapere però cos'ho (anchè perché suppongo sia un infezione a questo punto) ma che procedura seguire per arrivare alla cura. I medici privati qui costano un occhio della testa, quindi sapendo quali esami devo richiedere per individuare il problema posso farlo tramite la sanità pubblica.

Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
8% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Caro utente,
è necessario eseguire visita specialistica urologica. Può essere utile eseguire esame delle urine e spermiocoltura con eventuale antibiogramma.
La visita è indispensabile, qualsiasi sia l'esito degli esami. Infatti, a volte, è necessario prescrivere altri esami per individuare un infezione.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Dr Izzo la ringrazio per le precisazioni. Vedo che è una questione abbastanza delicata, procederò quindi facendo altri esami qua e mi organizzerò per una visita specialistica al mio ritorno in Italia.
Grazie ancora

Cordiali saluti