Utente 155XXX
Buonasera, ho 47 anni, un mese fa mi sono sottoposto a prostatectomia radicale e linfonodi dopo una biopsia di adenocarcinoma acinare gleason 4 + 3, l'intervento è andato tutto bene, solo che adesso ho ancora dolori al perineo e zona rettale, bruciore durante le urine e quando sto molto in piedi il dolore si sposta verso la natica sinistra, attualmente sto prendendo da 2 giorni ciproxin e sto aspettando la risposta dell'esame di urinocoltura che ho fatto prima di iniziare l'antibiotico, attualmente non ho notato ancora miglioramenti e sto andando avanti a tachipirina e brufen da 400, volevo solo un consiglio!
Grazie infinite

[#1] dopo  
Dr. Eduard Bercovich

20% attività
0% attualità
0% socialità
BOLOGNA (BO)
MILANO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Il breve periodo trascorso dall'intervento giustifica i problemi elencati.
Valuterei una terapia con antinfiamatori (ketoprofene ,nimesulide ecc) e/o cortisone per un probabile risentimento innervativo.
Tuttavia ritengo che Lei sia ancora nel periodo di osservazione dell'istituto dove è stato operato e al quale si deve rivolgere.
Dr. eduard bercovich

[#2] dopo  
Utente 155XXX

La ringrazio dottore per la risposta, lei cosiglia ketoprofene oppure va bene anche brufen da 400?

[#3] dopo  
Utente 155XXX

Buonasera, oggi sono passati 47 giorni dall'intervento ed i dolori alla natica sinistra sono ancora presenti, sto cercando di resistere al dolore per non riempirsi di antidolorifici, alla visita medica mi hanno fatto ecografia ed è tutto normale, il dolore dicono e dipeso da qualche nervo, e mi hanno detto che dovrò sopportarlo per un o due mesi ancora, volevo chiedervi se esiste qualche rimedio per non riempirmi di antinfiammatori?
Grazie