Utente 127XXX
Salve,
sono una donna di 38 anni, operata a dicembre 2016 (per la seconda volta, la prima nel 2009) per endometriosi profonda e infiltrante. Era coinvolto anche l'uretere sinistro, era un po' strozzato e avvolto da aderenze ma non si è resa necessaria la resezione. Sono rimasta però in ospedale parecchio tempo, prima con il catetere per 8 giorni, poi per una complicazione (un'infezione ma non mi hanno spiegato cosa, forte pesantezza al lato sx e avevo ristagno di pipì) e ho fatto una lunga cura di antibiotico. Poi tutto si è risolto per il meglio, ho avuto ancora pesantezza al fianco e dopo aver urinato,per circa due mesi, ora tutto è nella norma, almeno credo. A distanza di 8 mesi, quindi questo agosto, ho fatto un'ecografia addominale nel corso di uno screening nella mia città ed è risultato che vescica sta bene, i reni stanno bene ma a sinistra si evidenziano "lesioni riferibili a microlitiasi diffusa specie a sinistra con associata lieve ectasia delle strutture calico pieliche". Insomma, vuol dire che è tornata l'endo in quella zona oppure è altro? Grazie per l'attenzione, un saluto

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La dilatazione pare modesta e compatibile con quanto accaduto in precedenza, in particolare se lei non avverte disturbi non pare una situazione preoccupante, certo da continuare a seguire nel tempo. La presenza di piccola calcificalzioni non ha particolare significato, se beve molta acqua eviterà che possano crescere dei calcoli veri e propri.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing