Utente 469XXX
Salve, ho 31 anni, scrivo questo post in quanto dopo aver avuto un rapporto anale non protetto (della durata di quasi 5 min senza penetrazione totale) il giorno successivo ho notato un bruciore durante la minzione e delle piccolissime bolle di colore bianco sul glande. Questo bruciore permane da circa 4 giorni da oggi come le bolle.
Leggendo i vari post capisco che ognuno ha una problematica diversa e, dato che non so come comportarmi, vorrei capire quale sia la terapia adatta.
Premetto che in questi giorni ho erroneamente effettuato dell'automedicazione, applicando sul glande delle pomate trovate in casa come: gentalyn beta, canesten e travocort.
Effettuo da ieri dei lavaggi con bicarbonato oltre a berne un bicchiere una volta al di.
Bevo già di mio molta acqua 2 Lt al di

Conclusione: al 4gg il bruciore è pressoché identico o di poco minore rispetto al primo giorno. Le bolle sembrano uguali.

Dato che leggendo mi pare di capire che il problema si risolve solo con antibiotici a largo spettro, devo agire tempestivamente con l'assunzione di un antibiotico o aspettare ancora qualche giorno per vedere se la situazione si risolve da sola?

Grazie in anticipo, cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Innanzi tutto deve parlarne con il suo medico, poiché a distanza non si può prescrivere nulla. E' probabile che sia opportuna una terapia antibiotica. Approfitti comunque di questo episodio per meditare sulla estrema pericolosità di questo tipo di rapporti non protetti, nei quali il contrarre infezioni più che una possibilità rasenta quasi la certezza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 469XXX

Grazie per la celere risposta, il mio medico dopo avergli spiegato la situazione mi ha prescritto 5gg di levofloxacina 500 associato ad eventuali lavaggi con acido borico, sostiene che sia solamente una infezione da e.coli, spero sia la giusta terapia e che tutto si risolva.
Secondo lei devo comunque effettuare dei test/tampone uretrale per scongiurare la presenza di altre malattie?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Accertamenti su eventuali malattie sessualmente trasmesse (esclusi i batteri di origine intestinale) dipendono essenzialmente dal livello di confidenza che lei ha con il partner.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 469XXX

Credo che questo episodio sia correlabile solamente a batteri intestinali, non credo che la mia partner soffri di malattie sessuali, ne sarei al corrente, anche perché lei è al corrente di tutta la mia vicenda.

Un'altra cosa che volevo chiederle è se i rapporti orali non protetti con questa infezione in corso possano causare complicanze alla partner.

Ad oggi quinto giorno, la macchie sono quasi scomparse da sole e il bruciore è sicuramente minore rispetto al primo giorno, senza ancora avere assunto nulla.

Cordialità

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Forse è meglio evitare rapporti scopwrti fino alla definitiva stabilizzazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 469XXX

Salve dottore, dopo aver completato la cura antibiotica da più di una settimana noto che il bruciore (anche se non è come prima) permane.
Dopo aver consultato il mio medico, lo stesso mi ha consigliato un integratore a base di mirtillo rosso sostenendo che questo bruciore scomparirà da solo col tempo.
Secondo lei dovrei effettuare altri esami o devo solo aspettare?
Grazie in anticipo.
Saluti

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per ora attendere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 469XXX

Salve dottore visto che ad oggi questo fastidio non è ancora scomparso del tutto (45 gg) ho deciso di fare una analisi del sangue e urine, da quest'ultima non è emerso nulla,
quali sono gli esami specifici da fare nel caso di infezione da batteri intestinali?
Grazie in anticipo

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
I risultati della spermiocoltura e del tampone uretrale vanno comunque interpretati sempre con molto senso critico, poiché i falsi positivi somo molto frequenti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 469XXX

Io ho fatto delle semplici analisi del sangue,
dovrei effettuare questi esami quindi?
Quale rischio si corre se si trascura questo bruciore?