Utente 160XXX
Buonasera

Ho effettuato un’ecografia sovrapubica. Questo il referto:

Vescica normo-distesa, simmetrica, con profilo uroteliale non particolarmente ispessito, esente da formazioni patologiche parietali aggettanti e da calcoli endoluminali.

Prostata di morfologia conservata e dimensioni solo moderatamente aumentate, caratterizzata da limitata disomogeneità strutturale del parenchima, a carattere involutivo-adenomatoso: -mm 40x30x38 (T xAP XL).
Normostrutturate le vescichette seminali
Capacità vescicale pre-minzionale 555 ml
Residuo post minzionale 18 ml.

Volevo una vostra opinione. Preciso di assumere Xatral da qualche anno per una stenosi del collo vescicale. All esito dell esame uroflussimetrico mi è stato detto di avere un buon gettito e di continuare la terapia, anche con permixon che assumo a periodi alterni. Peraltro volevo sapere se la serenoa ha effetti negativi sulla sfera sessuale che nn è molto appagante.
Inoltre riporto il valore di Prolattina del recente prelievo, pari a 14,05 ng/ml (met. Chemilumiscenza valore Max 13,1).
In occasione della visita mi è stato anche riscontrato un varicocele bilaterale di lieve grado e che mi sconsigliano di operare; molti anni fa ho subito un’intervento al testicolo sinistro per un varicocele grado elevato. A me comunque i testicoli danno molto fastidio al tatto, sento indolenzimento soprattutto a sinistra.
Grazie per i consigli e delucidazioni che vorrete darmi, oltre che per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'ecografia dimostra una prostata che evidentemente nel tempo ha avuto qualche infiammazione, ora verosimilmente stabilizzata. Questo è molto probabile in una situazione di scarsa compiacenza congenita del collo vescicale, che come ci riferisce pare comunque per ora ben compensata dalla terapia. La serenoa non dovrebbe avere effetti al,di fuori della prostata, comunque trattandosi di un integratore alimentare, si può sospedere temporaneamente e valutare la differenza. La prolattina solo lievemente aumentata non ha alcun significato. Sui dolori testicolari è impossibile giudicare a distanza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 160XXX

Grazie per la sua cortese e sollecita risposta.
Volevo chiederLe se, al momento, può escludersi un’infiammazione della prostata o, nel caso, con quali accertamenti poterla escluderla, considerati pure i problemi di eiaculazione precoce che spesso accuso durante L atto.

Grazie e, con L occasione, buoni giorni di festa

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La diagnosi di prostatite è eseenzialmente clinica, ovvero si basa sulla valutazione dei sintomi e la,palpazione diretta della ghiandola. L'esame più specifico è la risonanza magnetica, che per i suoi costi ovviamente non si esegue in queste situazioni ma solo quando vi è il concreto sospetto di un tumore.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 160XXX

Gentile dott.re,
Ho eseguito degli esami di laboratorio ( spermiogramma ed altri) che di seguito riporto e per i quali vorrei una Sua opinione, anche in relazione ad eventuali problemi della sfera sessuale:


Spermiocultura:
Negativo per germi comuni e miceti;

Spermiogramma
Aspetto Proprio
Volume. 3,00 ml
Viscosità. Nei limiti
Ph 8,10 ( val rif 7-8,4)
Fluidificazione. Completa a 2 h

Numero Spermatozoi

Concentrazione ml 52.000.000
Normospermia >20.000.000/m
Totale eiaculato. 156.000.000
Motilità 2h. Normocinesi > 50%
Rapida progressiva. 70. %
Lentamente progressiva 7. %
Non progressivi. \\. %
Immobili. 23. %

Motilità 4 h
Rapida progressiva. 62 %
Lentamente progressiva. 5. %
Non progressiva. \\
Immobili. 33 %

Morfologia spermatozoi.
Teratospermia >60 %ATIPIE

Tipici. 67. %
Giovani. //
Atipici. 33. %
Leucociti. Rari. pcv
Emazie. Assenti pcv
Zone di spermioagglutinazione ass.
Cellule di sfaldamento Rare
Elementi linea germinativa. Rari
Flora batterica Assente

Albumina. 4,46 g/dl (val rif 2,7/5,9)
Shbg. 18,2.Nmoli/l (. 13-70 )
Fsh. 9,28 mU/ml. ( M. 1,27-19,6)
Lh. 5. mUl/ ml. (. 1,24-8,62)
Testosterone 3,58 ng/ml (1,75-7,81)
Prolattina. 15,91 ng/ml (uomo 2,64-13,1)

Grazie per L attenzione e la disponibilità

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La valutazione di questi parametri seminali spetta all'andrologo, ma in linea di massima non ci pare di apprezzare alterazioni significative.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing