Utente 530XXX
Salve questa settimana ho avuto un rapporto anale con una persona dello stesso sesso,(scoperto) io ero attivo, abbiamo già fatto in passato i test ed erano negativi.
Vorrei sapere quant'è la probabilità di contrazione di virus. Di solito l'abbiamo sempre fatto coperto e non ci sono state lacerazioni o perdite di sangue/liquidi.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Si tratta di una pratica comunque a rischio infettivo molto elevato. Se il partner è fisso e vi sono recenti esami che lo ritengono libero da infezioni virali, almeno da questo punto di vista i rischi potrebbero essere ridotti, ma non azzerati. Sarebbe utile far comunque riferimento ad un ambulatorio per malattie sessualmente trasmesse (MST). Restano invece i rischi da infezioni da comuni batteri intestinali. Ovviamente bisognerà non sottovalutare la comparsa di disturbi ad urinare e secrezioni uretrali attive. In ogni caso, sarebbe opportuno eseguire esami colturali su urina, liquido seminale ed un tampone uretrale con ricerca specifica di Clamidia e Micoplasmi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 530XXX

Ho subito chiesto consulto al centro mts e aspetterò quaranta giorni per fare i test. Ce da preoccuparsi molto o è un timore/paura normale?
Nel senso il rischio ce ma molto inferiore rispetto al caso di un partner sconosciuto o con rotture o lacerazioni del membro

[#3] dopo  
Utente 530XXX

E comunque per precauzione bevo molto e urino frequentemente e sto facendo una dieta depurativa

[#4] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Diciamo che è il caso di avere paura quanto basta a non ripetere simili imprudenze. La dieta "depurativa" non abbiamo idea di che utilità possa avere, invece bere molta acqua è sempre e comunque una buona cosa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
Utente 530XXX

Grazie, so dell'errore commesso e non lo ripeterò.
Comunque mi consiglia una continua idratazione e urinare frequentemente.
Grazie e mi ha tranquillizzato e comunque il test mi consiglia di aspettare 40gg oppure in caso di prevenzione fare quello salivare disponibile settimana prossima presso il centro lila.

[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non vi è assoluta urgenza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 530XXX

Va bene grazie. Quindi la probabilità è leggermente inferiore giusto. Intendo ce probabilità ma non rispetto ad un rapporto elencato prima cob perdite di sangue

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 530XXX

Grazie mille le farò sapere l'esito incrociamo le dita

[#10] dopo  
Utente 530XXX

Il tampone uretrale mi conviene farlo immediatamente o aspettare qualche giorno?

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Appena possibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 530XXX

Basta un tampone uretrale per la ricerca dei virus o anche un'urinocultura

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta di cose completamente differenti ... Con il tampone uretrale si ricercano batteri comuni ed intracellulari (clamidie e micoplasmi). E' inoltre opportuno eseguire le colture su urina e liquido seminale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 530XXX

Le seconde a cosa servono, perdoni la mia ignoranza

[#15] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Completano il quadro diagnostico.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#16] dopo  
Utente 530XXX

Costo medio di questi esami?
Farli li faccio ma è una domanda a titolo informativo

[#17] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si presume che gli esami vengano eseguiti in regime di servizio sanitario nazionale. Il costo reale è assolutamente variabile da regione a regione e da laboratorio a laboratorio, comunque immaginiamo nell'ordne di qualche decina di .
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#18] dopo  
Utente 530XXX

Dunque ho intenzione di fare il tampone privatamente tre venerdì e sabato a 60 le sembra corretto?

[#19] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Sì.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#20] dopo  
Utente 530XXX

Prima si fanno meglio è giusto

[#21] dopo  
Utente 530XXX

Mi conviene farli prima che si presenti qualche sintomi?

[#22] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo, non è affatto detto che i sintomi si presentino, quantomeno non immediatamente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#23] dopo  
Utente 530XXX

Se dovesse risultare negativa il tampone mi consiglia di fare spermiogramma?

[#24] dopo  
Utente 530XXX

Perdoni la mia ignoranza ma su alcune pagine di ospedali ho letto che il tampone integra anche la ricerca di batteri e funghi nell'uretra.
Conferma oppure hanno sbagliato a scrivere loro

[#25] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
In genere la ricerca di batteri intracellulari sul tampone (clemidia, ecc.) viene effettuata a parte. Comunque molto dipende dai laboratori.
Quando si parla di esame sul liquido seminale parliamo sempre della coltura, lo spermiogramma studia solo gli spermatozoi che non credo le interessino ora.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#26] dopo  
Utente 530XXX

Ok grazie comincio con un tampone e successivamente un urino coltura va bene?

[#27] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Sì.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#28] dopo  
Utente 530XXX

Mi consiglia di farlo obbligatoriamente o in caso di negatività del tampone posso evitare?

[#29] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
No, sarebbe meglio eseguire comunque.per cortesia non ci ponga le domande una alla volta, cerchi di radunare un minimo i suoi pensieri.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#30] dopo  
Utente 530XXX

Un ultima domanda e la ringrazio in anticipo.
Può essere rilevata tramite tampone uretrale anche dopo 4 gg dal Rapporto?

[#31] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Sì.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#32] dopo  
Utente 530XXX

Il mio partner aveva fatto comunque un test salivare risultato negativo a novembre 2018. È una buona cosa?

[#33] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo, ma la prudenza non è mai troppa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#34] dopo  
Utente 530XXX

Infatti sarò prudente, niente rapporti nel periodo finestra e esami urine e tampone uretrale.
Il periodo finestra arriva fino a 90 gg. O 180 gg. Con i test di ultima generazione??
E quanto è affidabile in percentuali l'esito di un test a circa 40gg.?

[#35] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Queste domande specifiche sono di maggiore competenza di una specialista in infettivologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing