Utente 539XXX
Salve. Vi scrivo perché da quasi 2 settimane mi è spuntata una vena ingrossata sul glande, vicino all'orifizio provocandomi un pizzicore, soprattutto dopo aver urinato. La vena al tatto si presenta morbida. Cosa può essere? Può essere dovuto al fatto che magari il pene è stato sollecitato troppo? Grazie.
NB. Ho un'attività sessuale molto attiva ma non promiscua.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'impossibilità di una valutazione diretta impedisce di formulare un giudizio definitivo, d'ogni modo il glande in genere non presenta una vascolarizzazione venosa superficiale (come quella del resto del pene) che possa andare incontro a particolari alterazioni. In base a quanto di riferisce, è più facile pensare ad una abrasione superficiale da "affaticamento". E' molto verosimile che tutto si stabilizzi velocemente senza particolari attenzioni. Se questo non accade, sarà opportuno che la situazione sia valutata direttamente da un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 539XXX

Quindi se ne andrà sola o rimarrà sempre visibile? Posso avere rapporti sessuali tranquillamente o rischio di peggiorare la situazione?
Nel frattempo sotto indicazione del mio dermatologo sto applicando "Abilast intensive" sulla vena. Pensa che possa farla riassorbire?
Ps: sono circonciso

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'evoluzione sarà da valutare nell'arco delle prossime settimane. Generalmente arlando le si può consigliare di andarci un po' più con calma ed utilizzare sempre il preservativo per ridurre attrito e micro-traumi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 539XXX

Ok. Grazie dottore. In quanto tempo si riassorbirà questa vena dato che sono passati già più di 15 giorni dalla sua apparizione?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Questo ovviamente non si può sapere. Come le abbiamo già scritto, se entro una ulteriore settimana non si apprezzasse una tendenza alla,regressione, sarà opportuno un controllo specialistico diretto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 539XXX

Salve. Mi sono recato dal dermatologo per un consulto e per valutare dal vivo la situazione. Secondo lui la vena si è ingrossata per far defluire più sangue aggiungendo che la vena in questione può rimanere o riassorbirsi spontaneamente. Nel caso in cui rimanga può arrecare problemi?
È possibile mandarle una foto della vena in questione per avere un suo ulteriore parere? Grazie per l'attenzione che mi sta dando.

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per ovvi motivimdi sicurezza, noi non possiamo ricevere ed aprire qualsiasi allegato. D’altronde questo costituirebbe un atto medico diretto, che trascende gli scopi di questo servizio di consulenza telematica gratuito, che sono unicamente di tipo informativo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 539XXX

Ok dottore. Per quanto riguarda la prima domanda, secondo lei se la vena in questione se dovesse rimanere senza riassorbirsi può arrecare problemi?

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' molto probabile che questo non succeda.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 539XXX

Dottore proprio ora ho notato che questa vena si è "ramificata". A cosa può essere dovuto?

[#11] dopo  
Utente 539XXX

L'applicazione di abilast intensive sul glande è un metodo efficace per il riassorbimento della vena?