Utente 540XXX
Salve sono la mamma di una bambina di 30 mesi volevo un consiglio sulla situazione di mia figlia
Il 23 febbraio é stata ricoverata in ospedale per una macchia di sangue nelle urine dopo la bambina lamentava bruciore nella minzione dopo 3 giorni me l hanno dimessa senza una diagnosi e senza nessuna terapia confrontandomi con il mio pediatra mi ha fatto fare un eviogeafia addominale e da li abbiamo scoperto che ha un doppio distretto ambi i lati con rene dx 88mm e rene sinistro 87mm a livello del distretto inferiore di destra si evidenzia una lieve distensione delle pella pelvi di 6mm ed un ispessimento della parete delle pelvi di 2mm ( dopo tutto questo esame delle urine sempre negative).
Dopodiché l ho portata a fare una visita da uno specialista nefrologa al bambin Gesù che mi ha suggerito di iniziare a fare una cistoscintigrafia.
Effettuata la cistoscintigrafia con esito tutto negativo xke si sospettava un reflusso vescicouterale siamo ritornati a casa x una settimana quasi tutto bene ma poi all improvviso di nuovo febbre 39 (da promettere che la bambina sono 4 5 mesi che lenta dolori alla pancia e che all improvviso febbre 40 senza nessuna problematica influenzale) riprovo a fare le urine negative la dottoressa mi disse di ripeterle dopo una settimana le ho ripetute il 3 aprile leucociti 46ul e tutti altri risultati negativi. Ho ripetuto le urine ieri 5 aprile i leucociti 243ul la dottoressa nn mi risponde più nn so il perché ma sono preoccupata cia figlia x fortuna che mercoledi ho un altra visita al bambin Gesù con un urologo. Mi potete dare un consiglio anche voi.
Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il doppio distretto renale è una malformazione congenita piuttosto comune e di per sè assolutamente benigna. Nel caso di sua figlia si è giustamente sospettata la presenza di un reflusso di urina dalla vescica ai reni. L’indagine che si esegue nei bambini è appunto la scintigrafia vescicale, che non ha confermato il reflusso. A questo punto, si potrebbe pensare ad una semplice cisto-pielite, l’interessamento renale giustifica i picchi elevati di febbre. C’è piuttosto da chiedersi come mai la bimba abbia questi batteri che aggrediscono le vie urinarie. Immediatamente si pensa alla qualità della funzione intestinale, poichè quasi sempre quella è l’origine di tutto. Questi ragionamenti saranno certamente condotti con maggiore ragione di causa dal nostro Collega urologo pediatra che valuterà prossimamente il caso.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 540XXX

Grazie mille gentilissimo e molto chiaro.