Utente 483XXX
Salve vorrei chiedere se faccio un uretrotomia con sedazione e post intervento senza catetere che tipo di beneficio si vede.. . ? Premetto che l'anno scorso già ho eseguito un uretrotomia con un altro medico e i benefici si sono visti parziale ma non sono stati definitivi adesso sono stato da un altro medico è mi ha spiegato che potrebbe rifare la stessa manovra però senza fare anestesie epidurali o spinali e dopo l'intervento non vuole mettere il catetere.. . Secondo voi cosa ne pensate.. . ? La stenosi sarebbe navicolare dell'uretra anteriore però non conoscendo il paziente già operato mi ha detto che fa direttamente un uretrotomia e poi dipende quello che vede aziona.. . . E in fine enterococco faecales nel liquido seminale non la neanche calcolato secondo voi è un infezione da prostatite oppure no.. ? In attesa di un vostro riscontro porgo cordiali saluti

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La presenza di enterococchi nel liquido seminale viene quasi sempre interpretata come contaminazione del campione e non come vera infezione. Bisogna comunque valutare aìnche altri fattori di cui noi a distanza non possiamo disporre. Una stenosi dell'uretra navicolare, ovvero dei primi 2 cm del canale, raramente necessita di una uretrotomia endoscopica, quasi sempre viene dilatata con dilatatori da uretra e questa manovra viene eseguita ambulatorialmente in anestesia da contatto (crema anestetica). In genere non si applica il catetere che la maggioranza degli specialisti in questo caso considererebbe addirittura controproducente. Tutto questo in termini molto generali, la situazione deve essere comunque valutata direttamente in tutti i suoi aspetti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 483XXX

La ringrazio per la celere risposta immediata dott Piana, quindi secondo lei fa bene a non mettere il catetere vescicale post intervento e neanche fare un anestesia.... mah speriamo bene.... l'unica cosa che mi ha lasciato un pò perplesso il medico e che non ha rassicurato che sia risolutivo e viceversa non mi ha detto che sia una stenosi navicolare mi ha spiegato che facendo una uretroscopia munita di lama Dove reputa fare un incisione la farà a seconda quello che vede se no niente....!!! Questa frase mi ha un pò lasciato con dei dubbi perché se non vede nulla ha entrato lo strumento per niente... Cosa ne pensa dottor Piana...? In attesa di una risposta le porgo cordiali saluti

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Questo è il comportamento più corretto, concordiamo pienamente con il nostro Collega. Tutti i restringimenti dell'uretera hanno purtroppo la tendenza a ripetersi, almeno parzilmente. E' già un risultato accettabie se la recidva è solo parziale e permette un flusso urinario accettabile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing