Utente
Buongiorno, sono in cura da circa un anno con Urorec e Decuster per IPB, il mio psa è passato da 5, 5 iniziale a 2, 4.
I sintomi che avevo prima della cura si sono molto attenuati.
La mia domanda è: per quanto tempo dovrei ancora seguire la cura e una volta sospesa i risultato sono permanenti o comunque ci saranno delle recidive?
Faccio presente che alcuni degli effetti indesiderati dovuti ai farmaci mi stanno dando dei fastidi, tipo capogiri, prurito della pelle, stanchezza.
Inoltre volevo chiedere delucidazioni su intervento per IPB con Aquabeam.
Grazie

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il dimezzamento del PSA è un effetto collaterale della dutasteride, avviene in tutti i casi. L'intervento disostruttivo cui fa riferimento è stato presentato molto recentemente, diremmo che l'esperienza di pochissimi operatori è molto limitataa, tanto da non rendere possibile qualsiasi giudizio. In questo tipo di terapia associata, l'effetto sulla funzione urinaria è svolto dall'alfa litico (nel suo caso silodosina), l'efficacia è limitata alla durata di azione del farmaco (24 ore circs), ovvero non vi sono effetti curativi stabili a lungo termine. La dutasteride ha un effetto presuntivo a lungo termine, con ipotetico ralle, . Se glientamento dell'ingrossamento prostatico, assai variabile e poco prevedibile. Si tratta di una terapia che, se efficace può anche essere protratta per lunghissimi periodi. Se i sintomi persistono o vi sono effetti collaterali fastidiosi, è necessario valutare la necessità di un intervento operativo. Le consiglieremmo pertanto di sospendere tutto e vedere come va, eventualmente riprendendo la terapia in caso di recrudescenza di distutbi, prendendo una decisione in accordo con il suo urologo di riferimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing