Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 20 anni, attivo sessualmente in una relazione stabile da anni, in buona salute.
Da qualche giorno avverto un lieve dolore nella zona inguinale, basso ventre che apparentemente sembra provenire dal testicolo sinistro (il dolore sembra vagamente simile ad un calcio nelle parti intime).
Effettuando la palpazione non noto rigonfiamenti, né parti arrossate e avverto un lieve dolore in alcuni punti premendo alla base del testicolo, nella zona posteriore (presumo la coda dell'epididimo).
Non ho mai avuto problemi di questo genere e questo dolore lieve essendo più accentuato la sera e talvolta a giorni alterni sembra di difficile localizzazione.
Francamente muovendo i testicoli manualmente o si toccano tra di loro non mi fanno male, tuttavia stando a riposo questo dolore si allevia.
Non avverto bruciori nella minzione e non mi fa male durante l'eiaculazione, anche se nell'ora successiva ho avvertito un'intensificazione del dolore che non so se attribuire all'eiaculazione stessa o alla passeggiata in concomitanza.
Ho aspettato due giorni per vedere se passava e sembrava migliorata la situazione, ma in data odierna avverto ancora questo lieve dolore e mi recherò dal medico di base, in attesa ho deciso di chiedere un parere.


Grazie e buona giornata.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Alla sua età ed in assenza di altri sintomi particolari questi piccoli fastidi sono perlopiù legati ad una eccessiva mobilità costituzionale dei testicoli, oppure da un accenno di varicocele, in particolare se a sinistra. La visita specialistica diretta è indispensabile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Aggiorno la questione dicendo che il dolore era passato nel giro di una settimana e per precauzione sono stato dal medico di base, il quale toccando ha escluso varicocele e si è sentito di escludere tutto ciò che è grave pensando più ad un sovraccarico muscolare della zona inguinale. Salendo in mountain bike l'altro giorno il dolore è tornato e a me sembra interessate la parte laterale del testicolo sinistro. Tornerò dal medico a brevissimo. Può essere epididimite? Il dolore lo avverto anche toccando la zona ma ad occhio nudo non evidenzio alcum gonfiore anomalo del testicolo.

Grazie anticipatamente della risposta.

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Se il dolore è accentuato dal movimento è difficile che si tratti di una situazione infiammatoria (es- epididimite). Se si è escluso il varicocele, che è la diagnosi più comune, si può pensare ad una situazione di eccessiva mobilità testicolarecon tendenza alla sub-torsione, ovvero ad una causa muscolare (pubalgia) con intrappolamento del funicolo e dei nervi circostanti. Come abbiamo già scritto, la visita specialistica è indispensabile se si vuol fare chiarezza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente
Oggi con abbastanza dolore mi sono recato nuovamente dal mio medico di base che non mi ha visitato e mi ha prescritto la visita con ecografia la cui prenotazione è fissata tra una decina di giorni purtroppo e mi tocca aspettare. Riposo e antinfiammatori. Posso chiedere gentilmente in che condizione posso accorgermi se è qualcosa di grave e se posso avere rapporti seppur senza muovermi (intendo se eiaculare potrebbe essere un problema). La scorsa volta con la palpazione aveva escluso tutto ciò che poteva essere grave, può essere peggiorata di colpo la situazione?

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Ovviamente a distanza non si può esprimere alcun giudizio, comunque riteniamo improbabile che possa trattarsi di qualcosa di serio. Non si affatichi ed assuma qualche antidolorifico innattesa dei controlli.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente
Oggi dopo due giorni di riposo il dolore è meno intenso, si accentua passando tanto tempo in piedi o camminando, talvolta anche tanto tempo seduto se non ho la schiena appoggiata. Noto un appesantimento in zona sovrapubica, non è che può essere interessata la prostata in tutto questo? Ho notato un'eiaculazione anticipata rispetto al solito. Può essere infiammata e magari tutto si attenua quando mi sdraio? Magari devo stare attento a capire se può essere interessata e seguire qualche indicazione.

Sono sempre in attesa della visita che sono riuscito ad anticipare questa settimana.
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno, effettuato visita ed ecografia e purtroppo la vera diagnosi è un varicocele sx di secondo ordine, ora dovrò fare uno spermiogramma per vedere la salute del liquido seminale e presumo probabilmente sarà da operare, ci sono indicazioni sulla gravità del varicocele di secondo ordine?

[#8]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Che potesse trattarsi di varicocele era ovviamente il primo sospetto, che pareva essere stato escluso da una visita, ancorché non specialistica. Ovviamente noi a distanza non possiamo basarci sulla valutazione obiettiva, che è invece importantissima. Il varicocele non è mai una patologia grave e risolvibile quando necessario con un semplice intervento. Alla sua giovanissima età un ipotetico danno seminale sarebbe comunque completamente reversibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente
Difatti anche se una visita dal medico di base, era stata effettuata la palpazione e mi diceva che potevo stare tranquillo che non si sentiva la classica "sacchetta di vermicelli" invece poi con l'ecografia è addirittura di secondo grado. Vedrò ora se è necessario dopo i dovuti accertamenti ricorrere all'intervento. La ringrazio davvero tanto della disponibilità, puntualità e della pazienza.

Cordialmente.

[#10]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Addirittura di secondo grado ci pare una definizione troppo pessimistica per una situazione sostanzialmente banale. Stia sereno.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Che potesse trattarsi di varicocele era ovviamente il primo sospetto, che pareva essere stato escluso da una visita, ancorché non specialistica. Ovviamente noi a distanza non possiamo basarci sulla valutazione obiettiva, che è invece importantissima. Il varicocele non è mai una patologia grave e risolvibile quando necessario con un semplice intervento. Alla sua giovanissima età un ipotetico danno seminale sarebbe comunque completamente reversibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente
Grazie della spiegazione e delle precisazioni per darmi un po' di fiducia, ora avrò un'altra visita specialistica e poi si deciderà cosa fare. Mi dispiace disturbarla ancora ma volevo solo chiedere, dato che questo fine settimana sarò due giorni in montagna, se c'è qualche accorgimento particolare o qualche rischio. Certo la bicicletta sarà esclusa ma una passeggiata tranquilla nei boschi o qualche camminata senza esagerare la posso fare se non mi causa dolore? E per la spa sarebbe opportuno evitare acqua calda è corretto? Nel caso mi dia comunque un po' di noia mi hanno detto di fare qualche impacco freddo e assumere qualche antidolorifico come stavo già facendo.

Grazie ancora.

[#13]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Non è assolutamente il caso di preoccuparsi eccessivamente, lei può fare la sua vita normale, se mai ci fosse qualcosa che le dà veramente fastidio sarà il suo corpo a manifestarlo in modo inequivocabile. Non vi è alcun rischio di causare danni seri, mantenendosi ovviamente nei limiti della ragionevolezza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente
In aggiornamento alla questione, ho effettuato un'altra visita Urologica dalla quale il medico ha confermato il varicocele sinistro di I -II grado ma in aggiunta ha segnalato un ispessimento della coda dell'epididimo sinistra che sembra essere dolente. Ora procederò prima con antinfiammatori mirati e in seguito dopo un paio di settimane spermiogramma e spermiocoltura per verificare se necessari una cura antibiotica ed eventuali correzioni. Ora il varicocele può essere dolente al tatto? E questo ispessimento può essere una ciste o qualcos'altro che magari potrebbe aggravarsi da prestare particolari attenzioni?

[#15]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Se l'ecografia non ha visto altro non c'è nulla da temere. La palpazione di un varicocele può essere lievemente dolorosa. Ora si vedranno gli esiti dell'esame del liquido seminale per valutare la presenza o meno di un eventuale danno e quindi porre le indicazioni all'intervento correttivo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing