Negli ultimi 10 anni vi è un’attenzione crescente sia in campo scientifico che clinico per le diverse funzioni che l’ormone sessuale maschile, cioè il testosterone, esercita su vari organi oltre al mantenimento della funzione sessuale e delle cosiddette caratteristiche sessuali secondarie (ad es. crescita della barba e della peluria).

Testosterone ComportamentoSi è visto infatti che, analogamente al sesso femminile, il testosterone ha una funzione fondamentale nel mantenimento della densità ossea e quindi nel prevenire fenomeni di osteoporosi, nonché è responsabile del mantenimento della massa muscolare anche in equilibrio con la quantità e distribuzione del grasso corporeo e una normale produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo.

Tuttavia possiede anche una funzione importante nel mantenere oltre che la libido (il desiderio sessuale), anche il tono dell’umore e la percezione dell’identità maschile nella sua integrità individuale e sociale.
Il testosterone è prodotto in gran parte dai testicoli. La sua produzione tende a diminuire gradualmente con l’avanzare degli anni (la cosiddetta andropausa), tuttavia la maggior parte degli uomini, a differenza della menopausa delle donne, non avverte sintomi particolari legati a questo calo fisiologico e graduale. 

I sintomi di un deficit di testosterone possono essere molto subdoli e vanno dal deficit di erezione, alla mancanza di interesse per la vita sessuale, all’insonnia, alla sensazione di stanchezza cronica fino alla riduzione del tono dell’umore che può essere facilmente interpretato come il sintomo di una depressione.

È importante inquadrare correttamente questi sintomi, anche con l’aiuto di questionari mirati e validati sia per valutare l’entità e il grado del disturbo, sia per differenziarli nei vari aspetti della vita sessuale, della vita di relazione, qualità del sonno ecc. e non trascurare le possibili cause fisiche che possono nascondersi dietro a questi sintomi. Il deficit di testosterone per esempio può essere efficacemente trattato con una terapia sostitutiva che va a compensare in maniera fisiologica i livelli di questo ormone, aiutando anche a prevenire fenomeni di osteoporosi, anemia, perdita di massa muscolare e permettendo di recuperare la funzione sessuale.