L'ecodoppler renale (ECD) è un valido strumento diagnostico nello studio dell'ipertensione e nelle disfunzioni renali da causa da accertare.Non richiede utilizzo di radiazioni ionizzanti, è ripetibile e ad elevato impatto diagnostico.

L'ECD renale permette una duplice valutazione sia morfologica, attraverso la visualizzazione diretta delle arterie renali e di eventuali stenosi, che funzionale, attraverso appunto lo studio dei cosiddetti indici di resistenza (IR).

E' operatore dipendente ma in genere chi esegue questa tipologia di esami possiede molta esperienza ecografica.

E' consigliabile eseguire l'ECD renale nelle ipertensioni poco "gestibili" dalla usuale terapia medica e comunque in tutti i quei casi in cui vi è una anche se pur minima disfunzione renale con aumento inspiegato della creatinina o, meglio, alterazione della sua clerance anche se transitorio.

Una diagnostica precoce permette di instaurare subito una terapia medica efficace o eventualmente interventistica (stenting delle arterie renali) al fine di preservare al massimo la funzionalità dei reni.

Le due figure, in basso, rappresentano una il decorso dell'a renale dx e l'altra, di seguito, l'architettura vascolare periferica del rispettivo parenchima renale normale attraverso l'utilizzo del colordopplerenergy

arteria renale dxrene