Utente 130XXX
donna di 77 anni, in giugno 2009 ha subito un intervento di splenopancreasectomia (corpo e coda) per tumore alla coda del pancreas. A fine luglio è stato diagnosticato (in seguito a biopsia) un piccolo adenoma tubulo villoso in area papillare con displasia ad alto grado.E' vero che l'unica possibilità di intervento può essere solo la deviazione del dotto quando la bilirubina si alzerà? Possibile che non si possa intervenire in qualche modo ora che l'adenoma è piccolo? Chiedo per favore informazioni in merito alla struttura ospedaliera e al medico più esperto in merito, nel nord Italia.La paziente è autosufficiente e sta apparentemente bene al momento.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Non è semplice rispondere a questa domanda, le condizioni generali della paziente, il recente intervento chirurgico subito e la situazione locale sono determinanti nel porre una scelta che puo' andare dall' estremo dell' astensione terapeutica all'estremo opposto verso interventi altamente demolitivi come la pancreasectomia totale del pancreas residuo con soluzioni intermedie quali ad esempio l' ampullectomia tranduodenale o procedure endoscopiche. Senza scendere ulteriormente in dettagli tecnici, credo che convenga far riferimento a chi ha eseguito l' intervento di pancreasectomia distale che sicuramente saprà scegliere l' opzione piu' adatta alla signora. Auguri!