Utente 133XXX
Buongiorno,
dopo un aborto da parte di mia moglie e dopo piu' d un anno di nuovi vani tentativi per farla rimanere incinta, ci siamo sottoposti ad alcune visite esami sono sottoposto ad uno spermiogramma per verificare che fosse tutto a posto.
Mia moglie tutto ok....I risultati del mio esame ( spermiogramma )hanno evidenziato tutti valori normali ( rientranti cioe' all'interno dei parametri di WH099 ) tranne la quantta' ( di poco inferiore al minimo ) e sopratutto una percentuale di spermatozoi normali ( morfologia ) bassa ( il 9% contro il valore minimo di 14% ).
premesso che tra un paio di settimane andro' in visita dal mio andrologo, volevo comunque chiedere anche il vs. parere sui valori del mio esame......devo inziare a preoccuparmi seriamente, inziare a pensare ad una eventuale fecodazione assistita...oppure posso stare tranquillo perche'non c'e' niente di particolarmente allarmante e ci vuole solo un po' piu' di pazienza e la gravidanza arrivera' ??? onestamente...leggendo qualche altro caso in questo sito...il valore basso di spermatozoi normali mi fa decisamente preoccupare...

vi ringrazio in anticipo della va. risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,quello che preoccupa e' lo spermiogramma insufficiente,sia quantitativamente (anche se non specifica) che qualitativamente (morfologia).
Inoltre l'eta' non e' propri giovanile e non ci dice nulla circa l'eta' della moglie e la relativa diagnosi ginecologica.Cio' che fa sperare e' la gravidanza ottenuta ma,affinche la prossima si verifichi e vada...in porto,e' ineludibile il riclrso ad un andrologo esperto in fisiopatologia dlla riproduzione che ottimizzi i modi ed i tempi della diagnosi,prognosi e terapia.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la grandezza più importante ai fini della fertilità e prprio la morfologia, le possibili cause di alterazione della quale sonmo circa una dozzina, a volte sovrapposte. in secondo luogo esiste un problema di volume, che può essere dovuto alle condizoni di raccolta dello spermiogramma, ovvero a problemi ostruttivi delle vie genitali o ormonali. Dopoo un anno di ricerca figli infruttuosa le possibilità di concepimento naturale sono del 5% anno contro il 18% di al mese di coppia sana. Ergo: da un collega. Alla fecondazione assistita si pensa esclusivamente dopo il fallimento terapeutico: è la legge 40/2004.
[#3] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Salve,
grazie delle celeri risposte...m
in effetti ho dimenticato di segnalare l'eta'di mia moglie...29 anni.
per quanto riguarda il volume mi era accorto subito anche io della scarsa quantita prodotta...ma non mi soffermerei piu di tanto su questo punto perche' invece alre vlte l'emissione di sperma e' stat notevolmente superiore...per questo punto sono anche abbastanza tranquillo.
Cio' che preoccupa anche me e' la morofologia........
Mi sembra di capire dalle vs.risposte che prima di procedere ad una fecondazione assisitita consigliereste di procedere con alcune terapie ?? ho capito bene ??
Vuole dire che forse qualche speranza ancora mi rimane oppure meglio indirizzarsi subito verso la fecondazione assisitita visti i tempi lunghi del iter e di attesa.
dimenticavo..io abito in emilia......sapreste aentualmente consigliare il centro milgiore per la fecondazione assistita di questa zona ??

Vi ringrazio ancora

Saluti
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...prima di pensare ad un'eventuale PMA,e' importante consultare un esperto andrologo.Segua i tempi giusti ed avra' maggiori possibilita' di successo.Cordialita'.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La legge 40/2004 della repubblica italiana impone prima di curare poi di passare alla fecondazione assistita.