Utente 123XXX
Gentili medici ho dei dubbi relativi al servizio di guardia medica della mia zona , provo a spiegarmi meglio....
Da più di 16 anni soffro di forti mal di testa e problemi di cervicale.
Anni e anni di visite specialistiche, ricoveri ,farmici e terapie di ogni genere non hanno risolto il mio problema; purtroppo le mie attività giornaliere a volte sono impossibili a causa di crisi acute.
Da circa quattro anni ho trovato impiego presso un centro commerciale della zona, con mansione di cassiera.
Sono un lavoratore part-time , negli ultimi anni mi sono recata qualche volta alla guardia medica di zona per il rilascio del certificato, di volta in volta ognuno dei medici presenti mi ha negato quest'ultimo,che io credo sia un mio diritto,con parole del tutto prive di senso logico,accusandomi di fingere senza avermi nemmeno visitata! Io vorrei sapere se esiste una legge ben precisa sul rilascio del certificato per i turnisti, e un consiglio su come comportarmi nel caso in cui mi impediscano di usufruire di tale diritto.
grazie cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

I lavoratori che svolgono turni festivi e prefestivi, e quindi anche nella giornata di sabato, non potendo usufruire della prestazione del Medico di Famiglia fino al lunedì, qualora ad esempio intervenga l'inabilità al lavoro nella mattinata del sabato, per assicurarsi l'indennità economica della prima giornata di assenza, debbono rivolgersi lo stesso giorno o il giorno successivo (domenica) al Servizio di Continuità Assistenziale dell'ASL (Guardia Medica).
Bisogna solo accertarsi se la guardia medica a cui lei si rivolge sia una struttura dell'ASL sostitutiva a tutti gli effetti del medico di famiglia convenzionato o che non sia, invece, una guardia medica privata.

Le consiglio di rivolgersi all'Ufficio Relazioni con Pubblico (URP) della sua ASL per i chiarimenti del caso.

In ogni caso, tale prassi non deve costituire una regola, ma solo una eccezione, in quanto il certificato di malattia può essere redatto dal medico di famiglia anche il giorno dopo, purché riporti sul certificato "dichiara di essere ammalato dal…".

Al medico di guardia medica pubblica ci si rivolge per prestazioni non differibili, cioè per quelle situazioni cliniche o di malattia che non possono essere rinviate al giorno successivo rivolgendosi al medico di famiglia; ma la richiesta di queste prestazioni "urgenti e indifferibili" non deve diventare una regola.

http://www.scaricafacile.it/paginainpscertmal.htm