Utente 562XXX
Buongiorno, vi vorrei sottoporre un dubbio di immunologia e spero possiate aiutarmi.
Soffro di un lieve abbassamento delle difese immunitarie e la conseguenza è che da un anno e mezzo ho attacchi di candida ricorrenti. Il problema si è attenuato nei mesi estivi per ripresentarsi ad ottobre.
In questi giorni ho avuto occasione di incontrare un'immunologa, e le ho chiesto se esiste un modo per rafforzare le difese immunitarie contro il problema della Candida Albicans.
Lei mi ha detto che questo è possibile e mi ha consigliato di usare un medicinale che non si trova in Italia e che si chiama Uro-Vaxom. Mi sono informata con la farmacia e mi ha detto che è possibile farlo arrivare ma che costa abbastanza.
Per questo motivo ho letto la scheda del produttore nell'ottica di verificare se può essere veramente efficace in tal senso (premetto che ho fatto molte cure per la candida e che funzionano per circa un mese, ma poi il problema si ripresenta). Nella scheda del medicinale si parla di efficacia contro malattie come la cistite e le infezioni delle vie urinarie. Ma la Candida è un fungo e non è citata nelle indicazioni. Vorrei sapere se secondo la vostra esperienza è un medicinale che mi potrebbe aiutare oppure no. Premetto che insieme alla Candida ho spesso herpes labiale. Non ho altri problemi dovuti ad abbassamento delle difese immunitarie (cioè non ho avuto polmoniti o similari, ma soltanto la candida e talvolta l'herpes).
Grazie infinite per quanto mi potrete consigliare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Dario De Brasi
28% attività
0% attualità
8% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
il lisato batterico ribosomiale di e. coli (Uro-Vaxom) può ridurre il numero totale di infezioni delle vie urinaria di tipo batterico ma in modo non sempre costante. L'unico presidio non farmacologico che può prevenire l'infezione da candida vaginale (oltre alle norme igienico-comportamentali e alla riduzione delle terapie antibiotiche non idonee), in un paziente senza patologie specifiche evidenti, è l'utilizzo cronico (6 appricazione ogni 2 settimane per almeno 3 mesi) topico di batteri idonei alla ripopolarizzazione della flora fisiologica vaginale. La terapia è comunque costosa. Più economica ma meno facilmente reperibile ed efficace è l'applicazione topica di ac ascorbico (vit c). Il resveratrolo, i probiotici per via orale e la vitamina c con dosi superiori ad 1 gr/die non hanno in letteratura studi conclusivi.
saluti
[#2] dopo  
Utente 562XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dott. De Brasi,
non so come ringraziarla per l'utilissima "carrellata" che ha fatto, rigurdo a tutti i possibili modi per aumentare le difese immunitarie per sconfiggere la candida.
Nell'arco di questo anno e mezzo ho provato di tutto in tal senso, e ho speso centinaia, ma direi anche migliaia, di euro per eliminare il problema, che non sarà invalidante, ma comunque condiziona la vita (sociale, sessuale, ecc.).
Vorrei approfittare ancora di lei, perchè in effetti, a questo punto non è un problema di soldi ma di effettiva efficia di un farmaco (cioè, non mi interessa spendere se il prodotto funziona).
Lei mi consiglia, a livello di efficacia, "l'utilizzo cronico topico, di batteri idonei alla ripopolarizzazione della flora fisiologica vaginale".
La mia ginecologa mi ha prescritto un farmaco che si chiama "Bactocin". E' a questo che si riferisce? Però me lo ha prescritto per 7 giorni, il mese scorso. Non mi ha detto di farne un uso sistematico.
Penso che il problema, nelle cure che mi ha dato la mia ginecologa, sia proprio questo: mi fa fare la cura per 8/10 giorni al massimo, e 4 giorni dopo mi fa il tampone (che ovviamente risulta negativo). Torno a casa e dopo una settimana è di nuovo l'inferno.

Per favore, mi può precisare a cosa si riferisce con "l'utilizzo cronico topico, di batteri idonei alla ripopolarizzazione della flora fisiologica vaginale", nel caso non si tratti del "Bactocin"?

Leggo inoltre nella sua risposta che le altre terapie di sostegno che mi ha prescritto la ginecologa (probiotici per via orale, vitamina C a rilascio lento, mutivitaminico) da fare costantemente, non hanno dimostrato una reale efficacia....

Dottore, spero proprio che mi possa chiarire questi dubbi, in modo da poter risolvere questo problema. La ringrazio per la precisione e la chiarezza con cui mi ha risposto e spero di poterla risentire.

[#3] dopo  
Dr. Dario De Brasi
28% attività
0% attualità
8% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
gentile sig.ra
l'utilizzo di applicazioni prolungate di lactobacilli idonee al benessere dell'ecosistema vaginale, anche in pz con patologie immunologiche (da dati provenienti dal FDA americana), sembrano ridurre in modo convincente ma costoso il numero delle infezioni sintomatiche da candida.
Se vuole può chidere alla sua ginecologa un uso debolmente più assiduo di questo presidio locale (anche perchè praticamente privo di effetti coll. seri). Se legge nuovamete il post io non dico che la vit c non sia efficace ma non ci sono studi definitivi. Il meccanismo d'azione di dosi supplementari di vit c è avviene grazie ad un aumentato rilascio di questa vitamina nelle urine e in alcune nostre secrezioni poichè già ampiamente presente nel nostro organismo. Per curare la candida ci vuole calma e costanza.
vedrà che la collega risolverà il problema.
saluti
[#4] dopo  
Utente 562XXX

Iscritto dal 2008
Dr. De Brasi,
la ringrazio molto per la spiegazione più dettagliata. Ho capito meglio che cosa intendeva.
Proverò a sottoporre i suoi suggerimenti alla ginecologa, in modo da provare a risolvere questo problema, con calma e pazienza.... come giustamente lei mi dice.