Utente 926XXX
Mia moglie di anni 36 in seguito ad un forte ascesso con accumulo di pus all'interno del pilastro palatino di dx, pus espulso dopo 2 giorni dall'evento acuto accompagnato da febbre altissima (39,5°),e coperto con terapia antibiotica per 5 g.(amixocillina+acidoclavulanico)e bentelan a compresse 1mg, ha riportato una lesione, a distanza di 11 g. non ancora rimarginata.
Al di là della lesione si nota una cavità.
Io Vi chiedo, può questa cavità infettarsi con residui di cibo e ritornare l'infezione? Non chidendosi è possibile che all'interno vi siano ancora batteri attivi?,
Se no si chiude è necessario un intervento chirurgico al pilastro palatino? Come si potrebbe chiudera la ferita? Forse con dei punti di sutura?
Attualmente un otorino di fiducia gli ha prescritto un colluttorio con molecola di flurbiprofene.
Esistono altri farmaci che potrebbero cicatrizzare la lesione?
Ho fatto troppe domande, lo sò, ma Voi siete così bravi
Nel ringraziarVi anticipatamente per la Vs. disponibilità porgo i miei più cordiali saluti e Vi faccio gli auguri di Buon Anno

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
12% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
la lesione lentamente ma progressivamente va incontro a guarigione bisogna attendere
c'è un rischio di reinfezione e la detersione e gli sciacqui sono importanti
altro non deve fare sua moglie
stia tranquillo
cordiali saluti