Utente 147XXX
Buongiorno,
ho 23 anni. martedi scorso ho avuto febbre che non ha superato i 37,5. le urine si presentavano abbastanza scure e, già da qualche giorno l'alito era pesante. Già da martedi sera la febbre è scomparsa tornando a livelli normali (35,4/35,6) e le urine sono tornate nella norma (color giallo paglierino). da qualche giorno, però, avverto un lieve senso di stanchezza/spossatezza con l'alito che, seppur meno forte di prima, continua ad essere pesante. Ho svolto regolare attività fisica in palestra avvertendo 1 leggerissima debolezza. Devo segnalare che da 2 mesi a questa parte ho subito la contrattura del diaframma, a detta del fisioterapista, a causa del grande stress a cui sono effettivamente sottoposto negli ultimi 2 mesi. Vorrei sapere quali potrebbero essere le cause ed eventuali rimedi.
Grazie e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
i sintomi che Lei riferisce potrebbero essere legati a infezione virale o ad altra infezione. Le infezioni virali e lo stress sono molto legate, nel senso che l'ultimo risveglia alcuni tipi di infezione virale latente.
Ha mica eseguito degli esami del sangue per capirne le cause approfondendo con il Suo medico curante?
La spossatezza è spesso legata a riattivazioni di virus erpetici.
Cordiali saluti
Dott.ssa Magazzini
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta. Sono stato dal medico la scorsa settimana, il quale, dopo avermi visitato, ha concluso che si trattasse di stress e di normale spossatezza post febbre, prescrivendomi Peridon. L'unico dato da me riportabile ora è pressione 70/120 scarso, quando in genere sono sui 60/110.
In questi giorni ho potuto constatare quanto il tutto fosse in gran parte legato allo stress e all'ansia: in quanto domenica avevo un impegno per il quale ero abbastanza in tensione. Nei giorni precedenti sentivo continue contrazioni all'altezza del diaframma/bocca dello stomaco con senso di spossatezza/stordimento e la domenica mattina, subito prima e all'inizio dell'impegno, stavo male, con sensazioni di svenimento, senso di spossatezza e contrazioni zona diaframma. Al termine dell'impegno è passato tutto e sono tornato perfettamente in forma. Nella giornata di ieri sono tornato in palestra e tuttavia continuo ad accusare, ogni tanto, senso di debolezza e leggeri capogiri. Il dato che più mi preme evidenziare è la presenza di schiuma nelle urine non costante ma frequente nell'arco di questi giorni.
Fatto presente che oggi mi recherò nuovamente dal medico, vorrei sapere cosa possono indicare questi sintomi.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
dimenticavo di aggiungere che nel dicembre 2007/gennaio 2008 avevo contratto la mononucleosi, con i sintomi poi regolarmente scomparsi.
Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
ritengo che la mononucleosi possa incidere nel senso che lo stress lo riattiva temporaneamente e penso anche che la schiuma nelle urine possa essere attribuita anche a metalli pesanti da non trascurare
Cordiali saluti
Dott. Margherita Andreina Magazzini
[#5] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottoressa,
le riporto gli esiti dell'esame delle urine:

aspetto: limpido

colore: giallo oro

pH: 5,5 (5,5 - 7,0)

glucosio: assente

proteine: assenti

emoglobina: assente

chetoni: assenti

bilirubina: assente

urobilinogeno: normale (0,0 - 0,2)

leucociti: assenti

nitriti: assenti

PESO SPECIFICO: 1031 > (1010 - 1020)

sedimento: -

emazie: 9 (0-10)

LEUCOCITI: 16 > (0 - 15)

epiteli: 7 (0 - 40)

NOTE: cristalli di ossalato di calcio +

urinocoltura: negativa la ricerca di batteri aerobi e lieviti

fatto presente che la sensazione di spossatezza è iniziata il 9 febbraio scorso, posso affermare di non accusare più sensazioni di stanchezza come prima, ma tuttavia, di avvertirle ancora sporadicamente nell'arco della giornata. Devo anche far presente che ho una leggera forma di sinusite che di tanto in tanto mi crea capogiri e pesantezza. In questo periodo la avverto.
[#6] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
la presenza di cristalli di ossalato di calcio nelle urine conferma l'ipotesi che avevo fatto oltretutto sostenuta dalla sinusite. Il problema è delle vie urinarie e legata credo ai metalli pesanti.
Mi faccia sapere come va
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottoressa,
la ringrazio per le delucidazioni. Vorrei sapere in che modo la sinusite è collegata alle vie urinarie?
Il mio medico mi ha detto di bere molto e mi ha prescritto un ciclo di terapie termali. Inoltre la sinusite può dare forme di spossatezza correlate a quelle da me descritte?
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
la sinusite frontale in medicina funzionale è legata a disfunzione renale.
La spossatezza è più data dal o dai reni in disfunzione perchè in medicina funzionale i reni sono gli organi dell'energia vitale, quindi se questi sono in deficit o in difficoltà magari non parlano in termini di sintomi direttamente loro ma chiedono aiuto ad organi correlati
Cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottoressa, la ringrazio ancora, domani inizierò la terapia termale (con relativa visita). Vorrei, tuttavia, sottoporre un nuovo sintomo alla sua attenzione: ieri sono tornato ad allenarmi a calcio e, a parte la spossatezza/stordimento che ho provato (tornati alle ormai normali condizioni di leggerissima spossatezza nella giornata di oggi), da stamattina mi è venuto un dolore al ginocchio sinistro apparentemente inspiegabile, lo avverto quando piego l'arto, è fastidioso ma non insopportabile. Secondo il suo parere, questo può essere correlato alla contrattura del diaframma od ai reni?
Cordiali saluti
Grazie
[#10] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Gentile Signore,
sì il dolore al ginocchio sinistro può essere correlato al rene se avvertito nella parte-lato interno del ginocchio e se posteriore a problematiche di vescica.
Rimandendo a disposizione per ulteriori chiarimenti
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Il dolore lo avverto nella parte centrale del ginocchio e scendendo le scale sento "tirare" il vasto mediale nella zona sovrastante il ginocchio. Non accuso dolori tenedolo fermo.
[#12] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Potrebbe trattarsi anche di una contrattura del tensore della fascia lata. La rotula ( parte centrale del ginocchio daventi) resta ferma o si muove?
In tal caso ci sono alcune tecniche di autoterapia assistita che risolverebbero il problema.
[#13] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
la rotula si muove alla pari di quella del ginocchio destro con qualche lievissimo dolore in più però. Sento difficoltà quando mi alzo in piedi, poi ovviamente compenso con l'altra gamba, quindi il tutto mi riesce senza grossa fatica.
[#14] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
In realtà le rotula non dovrebbero avere molta mobilità anzi quasi nulla quindi andrebbe valutata meglio la situazione. Mi ricorda se vi è dolori di schiena anche nella Sua sintomatologia oppure avverte un dolore puntorio fra osso sacro e osso dell'anca profondamente ogni tanto?
[#15] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
si ovviamente la mobilità è minima, ma uguale per entrambe le rotule. Dunque i dolori li avevo avvertiti sia nella zona sacrale, con fitte talvolta al gluteo destro talvolta a quello sinistro, sia soprattutto nella parte alta della schiena. Sono stato 2 volte dal fisioterapista nei mesi scorsi, il quale mi ha detto che si tratta di contrattura del diaframma e lieve contrattura dello PSOAS. Per un certo periodo non ho più avvertito dolori nè allo PSOAS nè all'attaccatura del diaframma. Durante il weekend si sono ripresentati dolori alla parte alta della schiena, talvolta centrosinistra, talvolta centrodestra. Ora non avverto particolari fastidi se non sporadicamente nell'arco della giornata. Il tipo di dolore è pungente e comunque ampiamente sopportabile.
[#16] dopo  
Dr.ssa Margherita Andreina Magazzini
24% attività
16% attualità
4% socialità
LIVORNO (LI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2005
Dato quello che mi ha precisato sui suoi sintomi le problematiche ritengo riguardino anche contratture muscolari legate a squilibri muscolari inerenti all'accorciamento apparente di un arto rispetto all'altro, risolvibili con semplici "esercizi" di abbinamento fra respirazione e posizione e movimenti.