Utente 153XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni, circa tre settimane fà ho accusato continua cefalea e poi ad un tratto vedevo immaggini doppie soprattutto al mio risveglio e non riuscivo a mettere subito a fuoco specialmente quando guardavo a sx e poi ogni tanto delle fitte nella parte sx del cranio. Ho avuto anche dei lievi disturbi vicino lo zigomo sx e dolori alla cervicale. Premetto che spesso ho mal di testa o dolori cervicali dovuti al fatto che porto lenti a contatto anche per giornate intere, sto molto in macchina alla guida o davanti il pc non sempre in posizione corretta. Ho fatto una visita oculistica e il dottore dopo vari controlli mi ha consigliato una RM all'encefalo; risultato Il referto è: "Buona rappresentanza degli spazi liquorali al vertice ed alla basae e del sistema ventricolare e delle strutture della linea mediana. A destra in sede frontale, a livello di insula, si evidenzia area centimetrica di netto più alto il segnale in T2 e basso segnale in T1 con modesto edema perifocale. Altre aree anch'esse iper-intense nelle sequenze T2 e di più basso segnale in T1 sempre in sede sovratentoriale e delle dimensioni di circa 1mm a destra in sede giunzionale occipitale e , bilateralmente, nel contesto della sostanza bianca della corona radiata in adiacenza dei ventricoli. Inoltre sfumata area anch'essa centimetrica in sede corticale occipitale dx ed in sede temporale sn in adiacenza della scissura coroidea. Tali lesioni da correlare con il quadro clinico e umorale, meritano approfondimento diagnostico con MDC nel sospetto di patologia demielinizzante focale. Non si evidenzaiano alterazioni focali di segnale in sede sotto-tentoriale."
Sono stato dal neurologo La dottoressa mi ha controllato dalla testa ai piedi facendomi fare delle prove varie e analizzando la RM mi ha detto che il problema che ho all'occhio non ha niente a che vedere con le lesioni all'encefalo. Visita: Nistagmo dissociato verso sinistra con lieve difficoltà nella abduzione, assenti deficit di forza o coordinazione. Mi ha prescritto una cura al cortisone in modo che in circa 2 setimane il problema all'occhio dovrebbe scomparire. Invece per quanto riguarda le lesioni dice che i dati clinici e strumentali sono a favore della diagnosi di sindrome del tronco inquadrabile in una sindrome isolata del sistema nervoso centrale (CIS) di natura demielinizzante su base infiammatoria meritevole di approfondimento diagnostico mediante RM con MDC previa premedicazione per soggetti allergici, OFT/Acuità visiva, campo visivo e motilità oculare potenziali evocati visivi e somatosensoriali, esame del liquor, screening per autoimmunità, prelievo per studio di farmacogenomica, ricovero. La diplopia è sparita dopo la prima settimana di cura, adesso ho terminato la cura ma accuso ancora dolori all'occhio sx quando guardo a sx o in alto e nella parte interna nella congiunzione col naso sotto l'arcata sopraccigliare. Posso continuare a portare le lenti a contatto per ora?
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
Posso continuare a portare le lenti a contatto per ora?
faccia come vuole
ma mi pare l'ultimo dei suoi problemi
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Carissimo dottore la domanda in questione era naturalmente l'ultima cosa che volevo chiarire dopo naturalmente aver risolto il problema principale!!!E' il dubbio se continuando a portare le LAC potevo peggiorare le cose o non influiscono per nulla!!!

Grazie!!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
no purti pure le lenti a contatto
[#4] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Ok grazie!!Ma per il problema di fondo?
[#5] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
andrebbe valutato alla luce desgli esami
inoltri il post anche in neurologia e neurochirurgia