Utente 244XXX
Mi chiamo Silvia Bianchi, ho 40 anni e da solo 3 mesi e mezzo ho partorito una bellissima bambina. Il parto è stato difficoltoso anche se secondo figlio, problemi di funicolo intorno al collo e la bimba è nata di spalle. Da circa 20 gg. ho un problema alla circolazione delle mani, ho un continuo formicolio ed a volte le mani hanno un colorito rossastro e mi sembrano un pò gonfie. Ho preso peso durante questa fase dell'allattamento, prima di iniziare la gravidanza ero 60 kg per 1,68 di altezza, ora peso 68 kg. e sicuramente il peso in più insiste su una colonna già sofferente di scoliosi.
Non so se esiste una causa legata allo stress da dopo parto o se ci sono seri problemi circolatori. Sicuramente è una situazione che non riesco a sopportare. Il mio medico di base mi ha consigliato di andare da un Osteopata il quale dopo una prima seduta, mi ha risvegliato dolori che non avevo ed il problema delle mani è rimasto, forse una sola seduta è poco ma speravo in un veloce miglioramento.
Questo è il mio problema e vorrei un consiglio sul da farsi.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Scrivano
24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, il formicolio non è usualmente sintomo di patologia vascolare; esso infatti è un'alterazione della sensibilità, ed è quindi sintomo di neuropatia. Vi sono malattie dell'apparato circolatorio che si manifestano con una neuropatia, ma essa ha solitalemnte caratteristiche diverse da quelle che Lei descrive. E' possibile che la neuropatia si manifesti, oltre che con alterazioni della sensibilità, anche con alterazioni della vasomotilità, e questo potrebbe spiegare il colorito rossastro delle mani. Personalmente dubito che il parto possa avere avuto un'influenza diretta su tutto ciò; il gonfiore alle mani che Lei riferisce, in aggiunta al resto, e posizione e sollecitazione muscolare date dall'allattamento potrebbero fare sospettare una neuropatia compressiva a livello dello sbocco toracico superiore. Ma tutto ciò, senza altre informazioni e senza riscontri obiettivi, resta solo una supposizione. Tenga presente che, se la neuropatia è su base compressiva, dalla topografia con la quale si manifesta (cioè dalla sua presenza in certe zone dell'arto piuttosto che in altre) si potrebbe avere un'idea della zona in cui i fasci nervosi sono compressi.
In ogni caso, escluderei "seri problemi circolatori".
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Alessandro De Troia
24% attività
4% attualità
8% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Direi che la sintomatologia sia correlabile ancora alle variazioni endocrinologiche e vascolari del,periodo post partum, direi di iniziare indagini a valutare che la sintomatologia possa essre correlato a problemi circolatori fra 3 mesi
[#3] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
la sintomatologia riferita potrebbe essere espressione di sindrome dello stretto toraico superiore, magari slatentizzata dalle alterazioni posturali e ormonali tipiche della gravidanza.
La diagnosi va comunque confermata con una radiografia della colonna cervicale e con una elettromiografia degli arti superiori.
Nel caso di una sindrome dello stretto toracico superiore spesso si ottengono ottimi risultati da un ciclo di fisioterapia appropriata. Ma ripeto che la diagnosi va confermata con qualche dato oggettivo e con una visita specialistica angiologica.