Utente 936XXX
Salve,le scrivo per mia madre.
Mi mamma fu operata per carcinoma mammario nel dicembre 2008 fortunatamente preso per tempo.
Ora segue la seguente terapia:
totalip 20 mg, 1cp al die
nolvadex 20mg, 1cp al die
glucophage 500mg (a cuasa di un leggero diabete)
E' costantemente controllata con i piu' svariati esami proprio a causa del precendente tumore,ma nelle ultime analisi del sangue(novembre 2010), il marker tumorale antigene carcino embrionale era a 11,6.
A maggio 2010 tale valore era di 2.6.
Gli altri marker tumorali (antigene carboidratico 125,antigene carboidratico 15-3) sono sempre stati nella norma.
I vari esami da lei fatti sono stati:
sangue occulto nelle feci,tac polmoni,ecocolordoppler,eco addome,mammograifa ogni 6 mesi...tutto negativo.

La mia domanda e' questa.
Visto l'aumento del CEA,puo' essere sintomo di qualcosa?

la ringrazio per il suo tempo.

cirdiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Davide Campagna
20% attività
0% attualità
8% socialità
RAGUSA (RG)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
In una donna con storia oncologica deve sempre destare un allarme, giusto per escludere una ripresa di malattia. L'oncologo che la segue deve valutare bene la questione e indagare su questo aumento. Capisce bene che via internet una risposta esaustiva non può esserle fornita.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 936XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per la sua risposta.
Mia madre ha il controllo dall'oncologo e meta' gennaio 2011. Crede che sia il caso di sollecitare un incontro con il suo oncologo il prima possibile? oppure puo' aspettare senza peggiorare ulteriormente la situazione fino a tale data?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Davide Campagna
20% attività
0% attualità
8% socialità
RAGUSA (RG)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
Le conviene contattare direttamente il Suo oncologo e concordare con lui cosa sia meglio fare.
Cordialmente