Utente 156XXX
Buongiorno, ho un bimbo di 10 mesi al quale è stata diagnosticata tramite egds una piccola ernia iatale con beanza cardiale e rge... assume da poco più di un mese lansox orosolubile 10 mg 1die e peridon 2ml 3die..... Con questa terapia il bimbo cresce e non vomita, mentre in assenza di terapia a metà pasto subentrava vomito a getto tanto che la crescita si era arrestata (mi è stato spiegato che quando si riempie lo stomaco il variare della pressione interna gli provoca la risalita dell'ernia in esofago e di conseguenza vomita)... tra meno di un mese dovrà interrompere il lansox ma mi è già stato prospettato che probabilmente dovrà ciclicamente assumerlo.... la mia domanda è questa: se mi rivolgessi a un omeopata, è possibile ottenere con le cure omeopatiche gli stessi risultati che sto ottenendo con la medicina convenzionale e quindi poter sospendere i farmaci definitivamente visto che temo a lungo termine effetti collaterali? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
il reflusso esofageo in età pediatrica presenta, nella maggior parte dei casi, una evoluzione spontaneamente benigna con l'aumentare dell'età: non è certo che il bimbo debba continuare nel tempo la terapia farmacologica nei termini prospettati.
Per quel che riguarda le possibiltià di terapia omeopatica, vi sono buone possibilità di intervento.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
Innanzitutto, grazie per la celere risposta.....avrei altre 2 domande.... il piccolo ha sofferto di reflusso sin dalle 6 settimane di età, ma il vomito franco e ad ogni pasto, che ci ha costretto a somministrargli il lansox e che ha causato arresto di crescita, è iniziato esattamente il giorno dopo il richiamo del vaccino esavalente, a 6 mesi... è da dire che nella stessa settimana avevo introdotto il glutine (dalle indagini successive è emerso che non è ad esso allergico e lo stomaco all'egds "non è da intollerante", come mi è stato detto) e il latte di proseguimento Mellin 2 (prima prendeva un latte idrolisato spinto poichè la mia pediatra sospettava un'allergia alle plv, poi esclusa a seguito di accertamenti tramite esami ematici)... potrebbe esserci un legame tra ernia iatale (a detta dei medici causa del vomito) e richiamo del vaccino?
leggevo tra le risposte date ad altri utenti che il vaccino può dare problemi che possono essere evitati con prodotti omeopatici da assumere prima del vaccino stesso.... visto che la prossima settimana il piccolo farà il vaccino anti-pneumococco, mi saprebbe consigliare un prodotto a scopo preventivo? Cordialmente.